Zuffada: “L’unione fa la forza. Dobbiamo vincere a Magenta, Bià e Legnano”. Maerna: “La cultura del fare e la trincea del lavoro”

    95

    MAGENTA – Atteso l’intervento del senatore azzurro Sante Zuffada, già sindaco di Magenta: “E’ fondamentale aggregare ed allargare la coalizione, senza egoismi e senza fibrillazioni di nessun tipo”. “Serve un programma – ha proseguito Zuffada – possibilmente condiviso, abbiamo esempi anche recenti di centri del territorio dove abbiamo vinto, ma dove poco tempo dopo siamo andati a casa proprio per queste divergenze”. Zuffada ha poi ammonito di non cadere negli errori del passato: “Nel 2012 abbiamo perso perché siamo andati divisi.  Le differenze possono essere una forza se inserite in un medesimo progetto. Partendo da questi presupposti possiamo riconquistare Magenta, Legnano e Abbiategrasso”. In conclusione, Umberto Novo Maerna per Fratelli d’Italia: “Abbiamo saputo ricostruire dalle macerie con un gruppo di validi giovani. Col referendum abbiamo iniziato un cammino vincente. Qui dentro c’è posto per tutti quelli che sono alternativi a questa sinistra, alla marea arancione e poi al renzismo. Libertà, sicurezza, far vivere i nostri anziani in modo dignitoso, la famiglia naturale con un papà e una mamma, la sussidiarietà e i valori identitari del centrodestra“. Queste le parole d’ordine di Maerna.

    F.V.

    Umberto Maerna
    Articolo precedenteCiclone Costanzo protesta: “Rivoluzione Cristiana dimenticata”. Del Gobbo: “Magenta come la Bella Addormentata…”
    Articolo successivoMagenta, ecco il bilancio di fine mandato dell’Amministrazione Invernizzi