Zielinski e Ferran Torres, Barcellona-Napoli 1-1

173


BARCELLONA (SPAGNA) (ITALPRESS) – Il Napoli gioca da applausi un tempo e spaventa il Barcellona ma alla fine al Camp Nou l’andata dello spareggio di Europa League finisce 1-1. Apre Zielinski, chiude Ferran Torres su rigore in un secondo tempo dai ritmi bassi e dal finale con le tante occasioni per i blaugrana. Spalletti schiera dal 1′ Osimhen che vince il ballottaggio con Mertens. La prima chance del Napoli è proprio del suo attaccante che scatta in campo aperto e prova a sorprendere sul primo palo senza successo Ter Stegen che devia in angolo. La risposta dei blaugrana è affidata ai nuovi acquisti di gennaio: Aubameyang salta Rrahmani e premia l’inserimento centrale di Ferran Torres che col destro però sbaglia completamente la misura. Un errore pesante anche perchè sul ribaltamento di fronte è il Napoli a passare in vantaggio al 29′. Fanno tutto Elmas e Zielinski. Triangolo tra i due e ingresso in area del macedone che libera al tiro il polacco: sulla prima conclusione Ter Stegen respinge, sulla ribattuta Zielinski non sbaglia e spedisce in rete sotto la traversa.
Nella ripresa è un altro Barcellona. Il Napoli fatica a risalire in campo, la squadra di Xavi prende il pallino del gioco. La svolta si ha al 58′: Juan Jesus devia con la mano un cross di Traore, l’arbitro viene richiamato al var e concede il rigore. Dagli undici metri si presenta Ferran Torres che spiazza Meret e firma l’1-1. Al 64′ primo lampo di Aubameyang che punta la porta e conclude senza però trovare lo specchio. Al 65′ Xavi opta per un triplo cambio: Nico Gonzalez, de Jong e Traore lasciano il posto a Gavi, Dembelè e Busquets. La prima sostituzione di Spalletti è offensiva: fuori Insigne, dentro Ounas. Due chance per il Barcellona: prima per Ferran Torres che sbaglia col destro a botta sicura come nel primo tempo, poi per Luuk de Jong che sfiora il palo in rovesciata. Nel finale Spalletti si gioca la carta Mertens, a cui serve una partita per eguagliare il record di presenze in Europa League detenuto da Carrico. Appuntamento col record e – Spalletti spera – con gli ottavi di finale per il 24 febbraio al ‘Maradonà in occasione della gara di ritorno.
(ITALPRESS).

Articolo precedenteGiusy Ferreri torna con il nuovo album “Cortometraggi”
Articolo successivoDoppietta Djimsiti, l’Atalanta batte l’Olympiacos in rimonta