Yes-Europe con PoliEnergy a Torino, e-mobility in prima fila

135


TORINO (ITALPRESS) – Si è tenuta nei giorni scorsi, negli spazi dell’Heritage Hub di Stellantis a Torino, la conferenza annuale YES-Europe, organizzata insieme a PoliENERGY.
YES-Europe è un’associazione internazionale no-profit che dal 2016 unisce studenti universitari e giovani imprenditori appassionati dei temi di energia e sostenibilità e PoliENERGY è l’associazione studentesca no-profit del Politecnico di Torino.
L’evento rappresenta l’occasione per riprendere in presenza gli appuntamenti del programma di Academy, organizzati dalla e-Mobility Business Unit di Stellantis a partire dal 2019.
L’e-Mobility Academy di Stellantis nasce con l’obiettivo di promuovere la cultura legata alla mobilità elettrica fra i giovani, beneficiare del costante confronto con loro e raccogliere spunti su come la Generazione Z vive la mobilità del presente e vede quella del futuro.
Nel corso di due anni di attività sono stati coinvolti oltre 13.000 studenti in tutta Europa, secondo un modello che si fonda su un vero e proprio scambio di esperienze e prospettive: ne sono un esempio le challenge e gli hackathon che periodicamente e-Mobility organizza con gli studenti, utili per Stellantis ad avviare progetti multidisciplinari nell’ambito della mobilità sostenibile.
L’evento si è svolto in due giornate: il 22 aprile si è parlato di energia e tecnologie, il 23 di sostenibilità. Il primo giorno Stellantis è intervenuta con i suoi esperti per illustrare alcuni dei suoi progetti più innovativi come il Vehicle-To-Grid (V2G) nel comprensorio di Mirafiori che, grazie all’utilizzo di vetture elettriche per fornire potenza alla rete elettrica nazionale, supporta la diffusione delle energie rinnovabili. Durante il secondo giorno è stato invece illustrato l’approccio del Gruppo al tema della Circular Economy, con riferimento in particolare alla gestione delle batterie alla fine della loro vita a bordo vettura.
All’evento hanno partecipato circa 200 studenti in presenza, impegnati in workshop e discussioni con manager, ricercatori, giovani imprenditori e coordinatori delle associazioni studentesche.
“Nel perseguire l’obiettivo di Carbon Neutrality al 2038 annunciato durante il piano strategico di lungo periodo Dare Forward 2030, è più che mai importante il coinvolgimento delle nuove generazioni che sono attivamente impegnate nel proporre soluzioni innovative volte a favorire la diffusione di stili di vita più attenti all’ambiente”, afferma Anne-Lise Richard, responsabile globale della e-Mobility Business Unit di Stellantis. “Grazie alla partecipazione attiva degli studenti agli eventi dell’Academy di e-Mobility, stiamo raccogliendo spunti per proporre nuovi servizi ai clienti che scelgono di guidare elettrico, per migliorare la loro esperienza d’uso nel rispetto del pianeta”.
“Heritage Hub è stato pensato sin dalla sua realizzazione come un luogo multiforme, un punto di collegamento e di “snodo”. In Hub non si celebra soltanto il passato glorioso dei marchi automobilistici torinesi del Gruppo, ma si scrivono nuove pagine di futuro della mobilità grazie ad appuntamenti formativi che coinvolgono le nuove generazioni”, ricorda Roberto Giolito, Head of Alfa Romeo, Fiat, Lancia, Abarth Heritage. “Per questa ragione siamo particolarmente felici di aver ospitato gli studenti di YES-Europe e di aver avviato con loro un confronto proficuo e costruttivo sulle tematiche più attuali della sostenibilità e dell’energia, certi che si saranno lasciati ispirare da oltre un secolo di eccellenza automobilistica nell’immaginare il domani della mobilità”, prosegue.

– foto ufficio stampa Stellantis –

(ITALPRESS).

Articolo precedenteInvestimento del Volvo Cars Tech Fund nel marketplace Carwow
Articolo successivoCovid, 29.575 nuovi casi e 146 decessi in 24 ore