‘Wine Car’, l’ultima (eccezionale) idea di Orietta Piva

    97

     

    ABBIATEGRASSO MILANO – Dieci ne pensa e cento ne fa Orietta Piva, vulcanica titolare della concessionaria Land Rover (a cui di recente si è aggiunto il prestigioso brand Jaguar) di via Carlo Maria Maggi a Bià.

    Dall’amore e della passione di Orietta Piva per il vino, che dura da parecchi anni, è scaturito infatti l’ambizioso e inedito progetto della Wine Car.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Tutto nasce da un’idea di Federico Gordini, imprenditore milanese, già fondatore di Milano Food Week e di Bottiglie Aperte, oltre che di Vivite, il primo festival vinicolo dedicato al mondo delle cantine cooperative.

    Realizzato in partnership con EPAM – FIPE(Associazione Provinciale Milanese Pubblici Esercizi), l’organizzazione di rappresentanza delle imprese di pubblico esercizio della città di Milano e della Provincia, in collaborazione con Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza, il progetto punta a creare un grande momento annuale dedicato al mondo del vino.

    “Da anni coltivavo l’idea di realizzare un grande evento di sistema dedicato al mondo del vino che si potesse porre l’obiettivo di arrivare negli anni ad emulare il successo delle grandi settimane milanesi, dalla moda al food”, afferma il fondatore e presidente della manifestazione, Federico Gordini.

    All’interno del folto palinsesto della prima edizione anche Roberto Lechiancole, titolare di Prime Alture Wine Resort di Casteggio a due passi da Pavia (con tanto di SPA e piscina).

    Lechiancole porterà a Milano i suoi squisiti vini in un modo davvero speciale. I vini saranno trasportati a bordo della Wine Car, fornita dal concessionario Piva Auto di Abbiategrasso, per una winexperience davvero unica nel suo genere. Orietta Piva ha infatti fortemente creduto nel progetto studiando e realizzando insieme a Roberto un auto/frigo con tutto il necessario per una degustazione nel cuore della città o nelle grandi campagne tra una vigna e l’altra. Insomma una trovata davvero unica, anche se Orietta è solita stupirci con tante trovate geniali (vedi la Range Rover Evoque Rosa “Giro d’Italia” che ha seguito i corridori per l’intera tappa Abbiategrasso – Prato Nevoso, dando visibilità all’intera città a livello nazionale).

    Orietta Piva, insomma, non smette mai di stupirci con le sue intraprese senza precedenti. Ma a tutti noi piace assai, stupirci ancora.

    In alto i calici, dunque. Prosit.

    Articolo precedente‘Passi per Ozzero’, domenica 7 il paese mette in vetrina le sue bellezze
    Articolo successivoFabrizio Fratus e Diego Fusaro: ‘Oltre la destra e la sinistra’