Volvo, obiettivo leader auto elettriche di lusso entro 2030

56

GO’TEBORG (SVEZIA) (ITALPRESS) – Una roadmap tecnologica per diventare un’azienda produttrice di auto di alta gamma esclusivamente elettriche, con l’obiettivo di essere leader mondiale del settore entro il 2030. E’ quanto emerso durante il Volvo Cars Tech Moment. Il percorso dell’azienda verso la completa elettrificazione ha l’ambizione di portare sempre più all’interno della company lo sviluppo del software, la centralizzazione dei sistemi di calcolo, i piani per il prossimo livello della tecnologia di sicurezza e il programma di implementazione della guida autonoma sicura. Fondamentali poi il concetto di infotainment e l’idea di una concept car che anticipa il futuro del design nell’era dell’elettrico puro.
“Mentre effettuiamo la transizione per diventare una Casa costruttrice di auto di fascia alta a trazione puramente elettrica entro il 2030, siamo impegnati a realizzare le migliori auto dei nostri 94 anni di storia”, ha dichiarato il Ceo di Volvo Hàkan Samuelsson. “Questo è un momento esaltante nella nostra evoluzione e sapremo soddisfare la crescente domanda dei clienti per auto elettriche al 100% che offrano una connettività senza soluzione di continuità, standard di sicurezza ai vertici del settore e funzioni di guida autonoma avanzate”. L’azienda entro la metà di questo decennio punta a vendere 1,2 milioni di auto a livello globale, di cui almeno la metà a trazione solo elettrica. Dal punto di vista finanziario, Volvo Cars punta a un margine operativo annuo dell’8-10& entro la metà del decennio.
Oltre a passare al core computing all’interno delle sue auto grazie all’avanzatissima tecnologia di NVIDIA, Volvo Cars sposterà al suo interno lo sviluppo del software e si concentrerà su cicli di sviluppo più brevi, a dimostrazione del crescente ruolo del software come elemento di differenziazione per l’auto del futuro e come motore per una crescita proficua.
Importanti le collaborazioni con leaders del settore tecnologico: i futuri modelli Volvo saranno predisposti per la guida autonoma grazie all’inclusione nella dotazione standard dei sensori LiDAR di Luminar, mentre si cercherà di sfruttare la potenzialità dei dati in tempo reale per migliorare costantemente i livelli di sicurezza delle auto di prossima produzione. Volvo Cars continuerà anche la sua collaborazione con Google, portando a un livello superiore il loro approccio da leader di settore all’infotainment e alla connettività. Inoltre Volvo Cars trasferisce al suo interno lo sviluppo del software: le auto del futuro funzioneranno con il sistema operativo VolvoCars.OS che fungerà da “sistema ombrello” per le Volvo con trazione esclusivamente elettrica. Il sistema di core computing, che sarà introdotto per la prima volta su un nuovo modello Volvo che verrà presentato nel 2022, consta di tre computer principali. Questi si supportano a vicenda nelle attività di elaborazione della visione operativa e intelligenza artificiale, e in quelle di calcolo generale e infotainment. La prossima generazione di vetture Volvo è destinata ad essere la più sicura di sempre grazie all’impiego di soluzioni software e hardware all’avanguardia che si affiancheranno a continui e più tempestivi miglioramenti delle dotazioni di sicurezza basati sull’uso dei dati in tempo reale. La prima auto a beneficiare di questo nuovo approccio all’evoluzione della sicurezza è il primo SUV prodotto da Volvo Cars su una base tecnologica completamente nuova e solo elettrica. Per elaborare i dati sul traffico in tempo reale che raccoglieranno, Volvo Cars e Zenseact stanno investendo in una data factory che arriverà a contenere oltre 200 PebiByte (225 milioni di gigabyte) di dati nei prossimi anni. Utilizzando le possibilità offerte dall’intelligenza artificiale, i dati potranno essere analizzati in tempi record.
“La sicurezza fa parte del nostro patrimonio ed è la spina dorsale della nostra Casa automobilistica, ma il software costituisce una parte cruciale del nostro attuale Dna”, ha conlcuso Mats Moberg, responsabile della R&S in Volvo Cars.
(ITALPRESS).

Articolo precedenteRenault accelera su strategia elettrica per veicoli popolari
Articolo successivoVolkswagen presenta la nuovo Polo Gti