ViviAmo Vittuone: ‘Perché il Comune rinuncia ai fondi per il Tresartes?’

    105

    Riceviamo e pubblichiamo

    VITTUONE – L’Amministrazione Comunale, convocando i Consiglieri Capogruppo il 20 settembre, ha informato che ha intenzione di rinunciare al finanziamento a fondo perduto, già approvato dalla Regione Lombardia, per l’adeguamento del teatro Tresartes alla proiezione digitale.

    La giustificazione addotta dall’Amministrazione è che una procedura di “manifestazione di interesse” ha dato risultati deludenti circa la gestione del Cinema Teatro Tresartes. Peccato che tale procedura sia stata fatta ben due anni fa, presentando il Tresartes nelle condizioni in cui era, senza digitale. Come avrebbe potuto attrarre un eventuale gestore?

    Vogliamo ricordare che, a seguito dell’intenzione dell’assessore alla cultura Samantha Rigoni di voler digitalizzare il Tresartes, aderendo al bando regionale, sono stati stanziati a bilancio 25.000 euro, finalizzati allo scopo di cui sopra; la regione dal canto suo avrebbe contribuito con uno stanziamento di 16.000 +16.000.La data di scadenza del bando è stata fissata per la fine di ottobre2018.

    Il Gruppo Consigliare ViviAmoVittuone si dichiara preoccupato e apertamente contrario alla scelta di questa Amministrazione e ritiene giusto e doveroso comunicare ai cittadini il pericolo di una perdita importante per la comunità vittuonese.

     

     

     

     

     

     

     

     

    Tale  incomprensibile decisione produrrebbe:

    • la rinuncia al finanziamento gratuito di 000 euro + 16.000 euro da parte della regione
    • la rinuncia all’aggiornamento del Cinema Teatro Tresartes con un impianto di proiezione digitale e quindi servibile con tutti i prodotti attuali,
    • ma soprattutto la rinuncia ad investire in cultura

    Di tutto questo la cittadinanza non è stata informata.

    Viviamo Vittuone propone invece di aderire comunque al bando per valorizzare il teatro perché sia attrattivo e fruibile a tutti i cittadini, diventi un polo di aggregazione sociale e sia interessante e produttivo per un futuro gestore.

    Si sollecita quindi l’Amministrazione ad una valutazione vera e approfondita del danno che produrrebbe la rinuncia ad incassare il finanziamento regionale.

    Si sollecita inoltre la Cittadinanza ad una presa di posizione che spinga l’Amministrazione a rivedere le proprie decisioni in merito.

    Una domanda sorge spontanea: come mai l’assessore Rigoni così entusiasta e motivata  alla valorizzazione del cinema Tresartes  ha gettato la spugna?

    Il Gruppo Consiliare ViviAmoVittuone

    Articolo precedenteMassimo Garavaglia: ‘Aumenterà il Fondo Nazionale Sanitario’
    Articolo successivoMagenta, gli oratori sono in festa