Viveva ad Ossona l’agente della Digos morto in un incidente a Bareggio, le lacrime degli amici: “Ti vogliamo bene”

129

BAREGGIO/OSSONA Aveva 44 anni Cristian Piazzoli. La vittima dell’incidente stradale avvenuto lunedì sera, verso le 20, in via Milano a Bareggio. Lavorava alla Digos a Milano da parecchi anni e stava rincasando dopo il turno di lavoro. Abitava ad Ossona, ma a casa non è più arrivato. Stava attraversando un incrocio a bordo della sua Honda CBR 600 con il semaforo verde quando è avvenuto lo scontro con un’auto che svoltava.

Troppo gravi le ferite riportate. Il massaggio cardiaco l’hanno iniziato alcuni astanti presenti sul posto, continuato dai soccorritori della Inter Sos di Cisliano fino all’arrivo all’Humanitas di Rozzano con l’automedica. Dove però, ormai, non c’era più nulla da fare. Originario di Perugia, dove ha frequentato le scuole superiori, Cristian ha fatto l’Accademia della Polizia per poi entrare alla Digos a Milano. Lascia la moglie e due figli.

Lacrime per tutti coloro che hanno avuto modo di conoscerlo. Di apprezzare la gioia di vivere. La grande passione per la moto e per le escursioni. “Un assurdo destino, ciao Cristian. Ti voglio bene”, ha detto Corrado Franzosini, capogruppo degli Alpini di Magenta e suocero di Cristian Piazzoli.

 

Articolo precedente“Amore & desiderio” : dalla Tate Britain, i Preraffaelliti a Palazzo Reale, sino al 6 ottobre
Articolo successivoBareggio, venerdì e domenica torna la festa di sant’Anna