Cultura/Tempo LiberoNews

Vivere a Turbigo nel Novecento: la storia dei Cavaiani, una stirpe di ‘particulari’

TURBIGO – Giovedì 26 giugno, in una ‘Sala delle Vetrate’, insolitamente piena, è avvenuta la presentazione del libro ‘I Quaderni di Franca – Vivere a Turbigo nel Novecento’. L’autrice, Franca Garavaglia (Cavaiani da parte di madre, cognome di una antica stirpe turbighese di ‘particulari’ – falegnami e barchiroli – Franca 2 - 26.6.2014SAM_3459 che è stata ricostruita nel libro sin dalla fine del Cinquecento), classe 1938, ha esordito dicendo lo scopo del suo lavoro è stato quello di “Fare memoria per non perdere la propria identità”, secondo un ‘comandamento’ di don Giampiero Baldi, ultimo parroco di Turbigo, prima della rivoluzione diocesana che ha portato all’accorpamento di quattro parrocchie in una sola.
Franca Garavaglia ha raccolto gli eventi salienti della sua vita in una serie di quadernoni e poi li ha messi in ordine in una pubblicazione. E’ proprio di chi vive intensamente la terza età sentirsi unito al passato e riviverlo rievocando figure, eventi, tradizioni. Il presente a volte delude, inevitabilmente emargina; l’avvenire, spente le ambizioni, lascia poche speranze; rifugiarsi nel passato è un’evasione che conforta, un modo per ritrovare la propria identità ricostruendola nel tempo.
Il sindaco Christian Garavaglia ha portato il saluto dell’Amministrazione e l’assessore alla Cultura, Bruno Perrone, ha guidato magistralmente la serata che ha visto la partecipazione nella lettura di alcuni pezzi della signora Bailetti e un contributo è arrivato anche dal curatore del libro, Giuseppe Leoni.

Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi