Vittuone l’Assessore Bodini rassegna le dimissioni (Ma lo aveva già detto…)

230

Il ringraziamento di Sindaco e colleghi. Al suo posto entra in squadra Elena Comerio

VITTUONE RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO DALLA GIUNTA – L’Assessore Esterno al Bilancio e Finanze, Enrico Bodini, coerentemente con quanto dichiarato all’inizio del suo mandato e a conclusione del primo anno di attività di amministrazione, ha rassegnato le dimissioni.

LAURA BONFADINI

La grande competenza e la lunga esperienza politica di Enrico Bodini sono stati indispensabili per l’avvio dei lavori della Giunta Comunale e dell’Amministrazione, entrata in carica nell’ottobre del 2020. L’ampia disponibilità e la profonda conoscenza delle materie amministrative sono state indispensabili per iniziare, sin da subito, ad entrare nel merito delle diverse ed annose questioni aperte.

All’inizio del mandato amministrativo, per queste sue doti, avevo infatti chiesto ad Enrico Bodini di assumere l’incarico di Assessore esterno al Bilancio, poiché la nuova Amministrazione era entrata in carica in un periodo di grande incertezza finanziaria, condizionata da pesanti situazioni amministrative ed era necessaria un’immediata operatività.

Il suo apporto è stato prezioso e, anche a nome degli Assessori e dei Consiglieri, voglio ringraziarlo sentitamente.

Il contesto in cui si stanno muovendo le amministrazioni locali in questo momento, sta cambiando rapidamente. Il periodo pandemico ha velocizzato il processo di trasformazione del Paese verso la digitalizzazione, la transizione ecologica e verso un’organizzazione diversa del lavoro e della nostra quotidianità profondamente cambiate.

Per poter affrontare più efficacemente i nuovi scenari che si profilano, abbiamo pertanto aderito all’Accordo di Città Metropolitana per il Piano Nazionale di Resistenza e Resilienza, ritenendo anche indispensabile la collaborazione con gli altri enti locali della nostra zona e del territorio, perché siamo convinti che solo lavorando insieme si cresce e si raggiungono i grandi obiettivi comuni.

Il PNRR e la consapevolezza che solo unendo le forze si potrà superare questo grave periodo, saranno le solide basi per il nostro futuro.

Queste sono le motivazioni che hanno portato alla decisione di re-distribuire le deleghe agli Assessori e ai Consiglieri di Maggioranza, di inserirne di nuove focalizzate proprio su quello che sono le problematiche emergenti di questo periodo.

 

La nuova configurazione dell’Amministrazione è la seguente:

Il Sindaco, oltre a mantenere la delega alla Gestione del Personale, assumerà le deleghe al Bilancio e Finanza e alle Società Partecipate.

La Vice-Sindaco e Assessore Ivana Marcioni mantiene le deleghe ai Servizi sociali, Socio Educativi, Sanitari e Socio Assistenziali, alle Politiche Sanitarie, alle Politiche Abitative, alla RSA.

Il nuovo Assessore entrante in Giunta è la Consigliera Elena Comerio, che, oltre a mantenere la delega alle Pari Opportunità, assume la delega all’Istruzione e alle Politiche Giovanili.

L’Assessore Angelo Poles conserva le deleghe ai Servizi Generali, Sicurezza, Sorveglianza, Polizia Locale, Protezione Civile e assume quelle della Trasformazione Digitale, Innovazione Tecnologica e del Progetto Smart City.

L’Assessore Roberto Cassani, oltre alle attuali deleghe all’Urbanistica e Territorio, Edilizia Privata, Lavori Pubblici, Manutenzioni, Viabilità e Cimitero, avrà la delega all’Ecologia e agli Impianti Sportivi.

Il Consigliere Giuseppe Invernizzi, avrà le deleghe al PNRR, Piano Nazionale di Resilienza e Resistenza, al Commercio e Attività Produttive.

La Consigliera e Capo Gruppo di Maggioranza, Anna Papetti, mantiene le deleghe alla Cultura, Spettacolo e Tempo Libero e alle Associazioni e la delega alle Associazioni sarà estesa a quelle sportive.

La Consigliera Elena Bodini manterrà le deleghe alla gestione dei parchi e alla gestione del verde pubblico.

 

Il Sindaco
Laura Bonfadini

Articolo precedenteOcchio alle truffe, i Carabinieri di Magenta mettono in guardia: “Non aprite mai a nessuno, con l’avvicinarsi del Natale aumentano i raggiri”
Articolo successivoAncora un incidente sul lavoro: questa volta a Busto Arsizio. Grave operaio