Vittuone, l’Amministrazione replica su sicurezza e decoro urbano

35

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DAL COMUNE DI VITTUONE

Interpellanza “Insieme per Vittuone”: Sicurezza e decoro urbano

Nel merito dell’interpellanza presentata dal Gruppo Consiliare “Insieme per Vittuone”, si precisa quanto segue.

La sicurezza urbana, che questa Amministrazione vuole attuare sia con azioni preventive a scopo di deterrenza, sia con il potenziamento del corpo di Polizia locale e sia con la realizzazione di una serie di opere tecnologicamente avanzate per l’attuazione del controllo del territorio, è uno dei punti cardine del programma elettorale presentato alla cittadinanza, nonché contenuto nelle Linee Programmatiche
di questa Amministrazione. Ciò premesso, i progetti che si stanno elaborando e, in parte, realizzando sono destinati proprio a rendere il nostro paese più sicuro e controllato, al fine di fornire un elevato
livello di sicurezza reale e percepita.

.
Pronto per la realizzazione, che sarà assegnata in tempi brevi, è il progetto per la videosorveglianza nei parchi e zone di svago, più precisamente:

Parco Lincoln, con 6 telecamere
• Parco Resistenza, con 4 telecamere
Muro Arcobaleno, con 3 telecamere
• Parco delle mamme, con 2 telecamere
Tutte le telecamere, collegate via radio verso il centro operativo presso la Polizia locale, sono dotate di illuminatore infrarosso e, pertanto, risultano in grado di cogliere dettagli anche in assenza di luce.

Un altro progetto, anch’esso pronto e da attivare a breve, è quello che prevede il posizionamento di fototrappole in zone critiche per l’abbandono dei rifiuti.

Il progetto costituito da 5 fototrappole fìsse e una mobile, è cofìnanziato da Regione Lombardia per il 70% del suo valore.

Il progetto più impegnativo, però, è quello della videosorveglianza urbana, destinato a coprire tutto il territorio con telecamere poggiate su una infrastruttura aperta e flessibile, ideale per costmire la “smart
city” che potrà comprendere anche punti di chiamata di emergenza, centraline di monitoraggio aria, hotspot wifi. Il progetto è in fase di perfezionamento, con la stesura del bando di gara comprendente
anche la pubblica illuminazione con lampioni intelligenti a led organizzati a loro volta attraverso una rete di tipo “mesh”.
Anche i varchi con lettura targhe sono sul tavolo dei progetti e permetteranno di verificare gli automezzi in transito nel nostro paese.

Il territorio dei Fontanili, dov’è presente il Lazzaretto richiamato dall’interpellanza, costituisce una ricchezza naturale da difendere. Il progetto per la realizzazione di 4 varchi, equipaggiati con altrettante
telecamere per la lettura targhe e 5 telecamere ambientali, è già stato presentato al Parco Sud, del quale è necessario il nulla osta per la realizzazione.

Il Parco Sud ha richiesto, oltre ad una differente tipologia di pali, la presentazione del progetto esecutivo e della relazione paesaggistica. Il tutto, in fase di preparazione, sarà presentato alla Commissione preposta per l’ottenimento del nulla osta. Anche questo progetto ha ottenuto un cofinanziamento da Regione Lombardia, pari a € 25.000.

Infine per quanto riguarda l’erba infestante dei marciapiedi, si fa presente quanto segue: il diserbo delle strade e dei marciapiedi del paese viene effettuato mediante diserbo chimico e diserbo meccanico.

l. Relativamente al diserbo chimico:
è stata recentemente adottata la determina del Responsabile del settore Tecnico, con la quale si è dato incarico alla Cooperativa Futura di Bareggio di effettuare il diserbo chimico di strade e marciapiedi delle vie del centro abitato del verde pubblico comunale (costo € 9.753,90). Il servizio è previsto nel mese di luglio/agosto 2021.

Il diserbo non è stato ancora effettuato per le avverse condizioni atmosferiche verificatesi; è in agenda per la prossima settimana, sempre che le previsioni del tempo lo consentano, pena la inutilità dell’intervento, stante la dispersione degli agenti chimici utilizzati operata dalla eventuale pioggia; pioggia che, negli ultimi tempi, si trasforma sempre più in eventi disastrasi per l’uomo e l’ambiente.

‘L Relativamente al diserbo meccanico:
è effettuato in parte dal personale della Cooperativa Futura di Bareggio e in parte dagli operai della Cooperativa Spazio Aperto. L’ultimo è stato eseguito il giugno scorso (tenninato l’11 giugno).

Infine, questa Amministrazione non vuole intendere come “decoro urbano” solo questa tipologia di manutenzione ordinaria e pulizia, ma è prevista una nuova e generale regolamentazione del decoro degli spazi pubblici che non può essere disgiunta dal Piano di Governo del Territorio e dal Regolamento
Comunale.

Al momento si sta procedendo per gradi, intervenendo con linee guida ed indicazioni su specifiche questioni relative al decoro urbano.

Per esempio, agli esercizi commerciali che hanno ampliato l’area di somministrazione e consumo all’esterno, sono state date indicazioni sulle caratteristiche e la disposizione di arredi e complementi da installare negli spazi pubblici, in modo da dare un aspetto omogeneo alle vie dove persistono diversi esercizi commerciali, regolamentare il passaggio dei pedoni ed evitare fonti di possibile degrado urbano.

Articolo precedenteRegione Lombardia: la morte di Roberto Calasso rende tutti più poveri
Articolo successivoCovid, Crisanti: terza dose solo per fragili e anziani