Vigevano, truffe informatiche per ottenere falsi Green Pass: la denuncia del Codacons

    31

    VIGEVANO: PHISHING PER OTTENERE IL GREEN PASS, NEL MIRINO ANCHE LE FARMACIE.

    CODACONS: MASSIMA ALLERTA! PURTROPPO I MALINTENZIONATI SFRUTTANO QUALSIASI EMERGENZA CERCANDO DI LUCRARE INDEBITAMENTE.

     

    VIGEVANO  Il crimine informatico non si ferma ed in periodi di pandemia cerca di fare affari approfittando delle esigenze del momento come quella di ottenere fraudolentemente i Green Pass per coloro che non hanno diritto. Proprio negli scorsi giorni, infatti, il “Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche del Ministero dell’Interno” (CNAIPIC) ha inviato al Ministero della salute una segnalazione riguardante tentativi fraudolenti di ottenere dalle farmacie le credenziali per l’accesso ai portali regionali ai fini del rilascio di false certificazioni Green Pass Covid-19. Il suddetto ente ha rilevato l’esistenza di attività illegali volte a carpire alle farmacie, tramite e-mail di phishing ovvero contatti telefonici da parte di sedicenti operatori tecnici delle società informatiche regionali, le suddette credenziali.

    Codacons: “Invitiamo alla massima allerta nella consapevolezza che solo una corretta informazione è in grado di spegnere sul nascere ogni velleità truffaldina di questi malintenzionati. Non esitate a contattarci per informazioni sul tema e segnalazioni contattando il Codacons all’indirizzo codacons.pavia@gmail.com o al recapito 347.9619322“.

    Articolo precedenteTrecate/elezioni, l’affondo di Pasca (Lega): ‘Per noi prima gli italiani. Per la sinistra?’
    Articolo successivo‘+Reddito di cittadinanza, spesi 19 miliardi per NON combattere la disoccupazione: lo dimostra la CGIA di Mestre, NON lo capiscono solo i Cinque Stelle