Vigevano-Malpensa, parla anche la CIA: patto per lo sviluppo sostenibile

    73

    RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

    Dopo lo stop del Tar alla Via del progetto della superstrada ripartiamo dal territorio per un nuovo futuro   

    MILANO –  “Il tempo è stato galantuomo con le battaglie lunghe e ripetute dei cittadini e degli agricoltori contro il progetto di prolungare la superstrada Magenta-Malpensa fino a Vigevano – ha dichiarato il presidente di Cia Provincia Centro Lombardia Paolo Maccazzola – che rovinerebbe irrimediabilmente paesaggio e coltivazioni pregiate del Parco del Ticino.

    Abbiamo sempre sostenuto e partecipato alle azioni degli instancabili comitati che da vent’anni si oppongono a questo progetto, che, non dimentichiamo, prevederebbe anche la trasformazione in superstrada della Cusago-Abbiategrasso, nel Parco Agricolo Sud Milano.

    Nel frattempo l’agricoltura del territorio è cresciuta ulteriormente nella sostenibilità mentre gli effetti del surriscaldamento della terra necessitano di misure di adattamento, oltre che di contenimento.

    Pensiamo – ha concluso Maccazzola – sia quindi giunto il momento della responsabilità verso le generazioni future che ci possa portare a un Patto locale per lo sviluppo sostenibile, e chiudere con i progetti di infrastrutture e centri commerciali”.

    Articolo precedenteSan Giorgio su Legnano, Claudio Ruggeri nuovo vicesindaco
    Articolo successivoSuperstrada/2: il solito disco rotto di De Rosa, che attacca Garavaglia e dimentica Magenta