Vigevano, la denuncia di Codacons. Al Pronto Soccorso con 40 di febbre, muore due ore dopo

    72

    VIGEVANO –  E’ stato stroncato in poche ore da un’infezione, la vittima è un 56enne di Cozzo Lomellina, ma il decesso è avvenuto lunedì sera in pronto soccorso a Vigevano. La diagnosi del decesso potrà essere confermata solo all’esito dell’autopsia chiesta per avere una spiegazione definitiva. Una delle ipotesi più probabili per dare una risposta all’improvviso decesso potrebbe essere la meningite da pneumococco. In questo caso, considerata la natura non contagiosa di questa forma di meningite, non ci sarebbero pericoli per le persone che sono venute a contatto con la vittima. L’uomo ha accusato il rialzo febbrile tra domenica e lunedì, quando è arrivato al pronto soccorso era già grave pur non avendo perso conoscenza; portato nella sala dei codici rossi è morto dopo due ore.

    Codacons: “Si tratta di un caso molto grave, occorre procedere ad approfondite indagini per individuare le ragione del decesso ed escludere negligenze da parte del personale di cura o dell’Ospedale. Per questa ragione oggi il Codacons depositerà esposto in Procura. Ricordiamo che per tutti i casi di sospetta malasanità è attivo lo sportello Malasanità del Codacons Pavia. Per informazioni e assistenza legale giudiziale e stragiudiziale in materia di responsabilità sanitaria contattare il Codacons all’indirizzo codacons.pavia@gmail.com o al recapito 347.9619322“. 

     

     

    Articolo precedenteGruppo CAP riceve per il secondo anno consecutivo la certificazione Top Employers Italia 2020
    Articolo successivoArti Marziali: lo Zendokai Karate arriva ad Albairate