Vigevano: furti su tre auto parcheggiate in via Gobetti, in manette un 20enne egiziano

    48

    VIGEVANO PV –  Questa notte la Polizia di Stato di Vigevano ha tratto in arresto un 20enne, cittadino egiziano, in Italia senza fissa dimora, privo di stabile occupazione e di reddito, perché ha perpetrato una serie di furti su tre autovetture parcheggiate in via Gobetti a Vigevano.

    Verso le ore 01.30, un Agente della Polizia Penitenziaria in servizio alla Casa di Reclusione di Vigevano, mentre si trovava nella propria abitazione, si era insospettito udendo dei rumori provenire dalla pubblica via. Affacciatosi alla finestra ha notato un uomo vestito di nero che si stava introducendo all’interno della sua auto parcheggiata in strada.

    L’Agente ha subito chiamato il Pronto Intervento e prontamente è giunta sul posto la pattuglia della Squadra Volante che ha rintracciato il ladro mentre era intento a rompere i vetri di altri veicoli parcheggiati nelle vicinanze. Alla vista della Polizia l’uomo tentava di fuggire a piedi gettando a terra una torcia elettrica ancora accesa e una grossa pietra che aveva usato per infrangere i cristalli dei veicoli.

    Inseguito dagli agenti è stato bloccato dopo alcuni metri, mentre gli antifurti delle autovetture parcheggiate nella via emettevano ancora gli allarmi acustici. Il ladro, accompagnato in commissariato, è stato sottoposto agli accertamenti diretti alla sua compiuta identificazione, perché privo di documenti.

    Nel contempo, i proprietari delle auto danneggiate si sono recati negli uffici di Polizia per presentare denuncia. Si è appurato così che, oltre ad avere danneggiato i veicoli, il soggetto aveva anche rubato dagli abitacoli delle auto alcuni effetti personali dei denuncianti, come ad esempio dei costosi occhiali da sole. Dopo avere espletato tutti gli accertamenti di rito, il reo che è risultato essere già stato segnalato all’Autorità Giudiziaria nel 2018 a Milano per tentata rapina aggravata e, nel 2019, per furto con destrezza ad Abbiategrasso, è stato formalmente tratto in arresto per furto aggravato, danneggiamento e per le minacce fatte all’agente di Polizia Penitenziaria quando è stato sorpreso ad armeggiare sulla sua auto. Nella giornata odierna ha avuto luogo l’udienza di convalida dell’arresto con rito per direttissima.

    L’uomo è stato condannato a un anno di reclusione e 300 euro di multa. Altresì gli è stata irrogata la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Pavia.

    (articolo tratto dal ns sito partner www.vigevano24.it)

    Articolo precedenteMortara: danneggia alcune auto in sosta vicino alla stazione, denunciato un 27enne
    Articolo successivoAnche Dairago colpita dal coronavirus: la lettera del sindaco