Vetropack a Boffalora, adesso si parla di posti di lavoro: appuntamento il 5 novembre

    146

     

    BOFFALORA – “Quando con Curzio Trezzani si prese la decisione di conservare l’area SAFFA come zona produttiva l’obiettivo era proprio di puntare sul lavoro, mantenendo così in quell’area la sua vocazione industriale. Il lavoro lo producono le aziende e il territorio ha bisogno di questo.  Una scelta ragionata, ma concreta che sapevamo avrebbe potuto avere impatti vantaggiosi sul futuro di Boffalora e di tutto il magentino. Oggi vi comunichiamo che Vetropack sarà a Boffalora il 5 novembre e si presenterà ai cittadini come possibile futuro datore di lavoro, sarà un’occasione importante dove, dopo un momento di presentazione dell’azienda e di informazione sulle posizione lavorative aperte, chi vorrà potrà presentare il proprio curriculum e gli verrà dedicato un momento per un breve colloquio”.

    Il sindaco di Boffalora, Sabina Doniselli, annuncia qualcosa di molto importante per il Magentino, dove dopo anni e anni si appresta ad insediarsi una realtà NON commerciale, ma produttiva, che potrà generare lavoro e occupazione.

    Velatamente questa notizia era stata anticipata a settembre, quando ci eravamo occupati della bonifica da 3 milioni di euro in corso nella ex Saffa, dove Vetropack aprirà i battenti sul finire del 2021.

    Adesso però si passa alla concretezza: il 5 novembre prossimo, per un’intera giornata, Vetropack incontrerà il territorio.

    “Nel gestire questa giornata Vetropack si farà affiancare da Adecco”, continua la Doniselli, “specializzata nel mettere in contatto le persone con le giuste opportunità di lavoro e le imprese con i migliori candidati. Come amministrazione ci stiamo impegnando per fare in modo che tutti siano pronti ad accogliere questa svolta epocale; dopo questo primo passo un altro obiettivo sarà mettere in contatto Vetropack con le scuole del territorio, creando un’alleanza che possa formare i nostri giovani in base alle reali esigenze dell’azienda. Insieme dobbiamo cercare di anticipare il cambiamento.”

    Pochi dubbi a riguardo: per il Magentino (intero) si tratta di una svolta dalla portata epocale. Che fa il paio con l’avvento del nuovo polo logistico dell’alta moda a Trecate, che lungo l’asse dell’ex statale 11 rimetterà al centro- dopo anni di crisi sanguinarie- lavoro e occupazione.

    Articolo precedenteDel Gobbo, Colucci e Cattaneo: ‘Con Forza Italia per un soggetto più ampio, no ai regolamenti di conti interni’
    Articolo successivoMotta Visconti e il ciottolo quarzoso del Ticino, di Giuseppe Gianpaolo Casarini