Variazione acquisita Pil 2021 al 2,3%, possibile evoluzione positiva

    63

    ROMA (ITALPRESS) – In Italia, nel quarto trimestre, il prodotto interno lordo ha segnato una flessione determinata dai contributi negativi sia della domanda interna sia di quella estera netta. Tuttavia, l’attuale livello del Pil implica una variazione acquisita positiva per il 2021, pari al 2,3%. Lo rileva l’Istat, nella Nota mensile sull’andamento dell’economia italiana.
    Il miglioramento della fiducia di imprese e famiglie e la ripresa del commercio internazionale potrebbero costituire dei fattori a sostegno di un’evoluzione positiva dell’attività economica nei prossimi mesi, conclude l’Istat.
    (ITALPRESS).

    Articolo precedenteMontalbano, Zingaretti ringrazia il pubblico “Siamo una cosa sola”
    Articolo successivoCoronavirus, per Rezza 7-13 mesi per ritorno a pseudo normalità