Variante inglese del Covid, Gallera: ATS richiameranno 1.500 cittadini rientrati da Regno Unito

    62

    MILANO –  “Le ATS della Lombardia procederanno in questi giorni a contattare per effettuare il tampone ai 1.500 cittadini che hanno dichiarato di essere stati in Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord a partire dal 6 dicembre scorso. Coloro i quali ancora non avessero ancora eseguito l’auto-segnalazione troveranno l’apposita modulistica sui portali web delle stesse Agenzie per la Tutela della Salute”.

    gallera

     

    Lo comunica l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera.

    “A seguito della dichiarazione online – aggiunge Gallera – agli interessati verranno comunicate direttamente le coordinate per l’esecuzione del test molecolare, oltre alle modalità di consultazione dell’esito”. “Le indicazioni – spiega Gallera – richiamano quelle messe in atto durante i mesi estivi per i cittadini in arrivo o al rientro dall’estero. Lo screening è utile per individuare, e isolare, eventuali positività e anche per accertare se vi sia la presenza (finora non rilevata) della variante inglese del Coronavirus”. “Invitiamo tutti i cittadini interessati, quindi – conclude l’assessore – alla massima collaborazione”. 

    Articolo precedente‘+++Coronavirus in Lombardia: oggi oltre 8mila guariti e un costante calo dei ricoveri +++
    Articolo successivoRiforma sanità. Fumagalli (M5S Lombardia): “Non è pensabile fare una riforma della sanità con Gallera”