Vanzaghello, l’appello della Caritas ai cittadini per sostenere chi ha bisogno di aiuto

214

VANZAGHELLO – Natale si approssima. Ma, in mezzo ad alberi luccicanti, regali più o meno costosi, luci colorate, pranzi luculliani e presepi artistici, ci sarà anche chi versa nella sofferenza. Economica ed esistenziale. La Caritas parrocchiale di Vanzaghello lancia quindi l’appello a tutti i cittadini affinché mettano una mano sul cuore e l’altra sulle loro risorse economiche per poter sostenere chi ha bisogno di aiuto.

Vicino che sia, come qualche vanzaghellese, o lontano territorialmente (ma vicino nel cuore) come chi sta vivendo una situazione di prostrazione a causa del conflitto in Ucraina.   “Ricordiamoci –  scrive la Caritas in un toccante invito alla popolazione cittadina – che sono le tante, piccole gocce a fare il mare, gli alimenti che chiediamo per i nostri assistiti sono gli stessi che comprate per la vostra famiglia, pasta, riso, zucchero, pelati, scatolame”. Da lasciare o sulle cassepanche ai lati del portone della Chiesa o in alcuni esercizi commerciali del paese che si sono dichiarati disponibili a sostenere quest’opera di solidarietà come “La casa del pane”, la Crai o la pasticceria Pariani.

Nella consapevolezza di avere “un asso nella manica, la Divina Provvidenza che non ci ha mai abbandonato”.  Un’adesione che fa rima con condivisione. Ovvero quella che, accanto alla parola solidarietà, dovrebbe costituire l’essenza del Natale.

Cristiano Comelli      

Articolo precedenteSan Vittore Olona, la biblioteca Villa Adele quartier generale di uno scambio gratuito di libri tra lettori
Articolo successivoVilla Cortese, i ragazzi di ‘Camminiamo Insieme’ in visita a Villa Arconati a Castellazzo di Bollate