Vanzaghello, la parrocchia modifica gli orari del parcheggio in piazza don Rampini

    84

     

    VANZAGHELLO- Dovrebbe servire da parcheggio per i fedeli che frequentano la messa o per chi frequenta l’oratorio. I parcheggi di piazza don Rampini,  invece, sono diventati un po’ a uso di tutti. E non di rado si è assistito anche a qualche discussione sul loro uso tra automobilisti desiderosi di trovare un ricovero per la loro auto. Ora la parrocchia, attraverso un comunicato sul bollettino parrocchiale “Il Mantice”, ha voluto mettere le cose in chiaro: “con enorme rammarico – scrivono – abbiamo riscontrato da un po’ di tempo a questa parte un utilizzo improprio degli spazi di piazza don Rampini e dell’oratorio per il parcheggio delle vetture durante le celebrazioni in chiesa, assistendo a volte a spiacevoli discussioni tra i proprietari d’auto e non ultimo subendo  danni a strutture parrocchiali”. Insomma, una manifestazione di poco rispetto per uno spazio pubblico destinato a una precisa funzione. Tanto più che , sottolinea sempre il comunicato, “tali spazi sono messi a disposizione dei fedeli che partecipano alle celebrazioni gratuitamente per agevolare il fedele e non sono quindi un “diritto”. Il comunicato prosegue facendo quindi appello al buonsenso di chi deve parcheggiare in quegli spazi e rivolgendo un invito “ecologico” a recarsi a messa o in oratorio con le proprie gambe o in sella a una bicicletta.

    Nell’auspicio che questo buon senso sia sempre applicato, la parrocchia ha comunque deciso di introdurre una sorta di regolamento per disciplinare a dovere l’uso di quei parcheggi che, aperti il sabato dalle 6.30 alle 20 e la domenica dalle 6.30 alle 12 e dalle 17 alle 20, dovrà essere rispettato alla lettera. Tra i punti qualificanti figurano l’ingresso delle auto consentito solo a chi partecipa alle attività parrocchiali, la facoltà della parrocchia di chiuderli per proprie esigenze anche senza preavviso, la garanzia del passaggio per ogni auto, il divieto di parcheggio davanti ai cancelli e il risarcimento del privato che abbia arrecato a qualche struttura parrocchiale eventuali danni.  Non resta che vedere se, con questi accorgimenti, la situazione dei parcheggi di quella zona subrà un salto di qualità.

    Cristiano Comelli        
    Articolo precedenteDevastante frontale sulla SP12 a Busto Garolfo: 25 enne gravissimo
    Articolo successivoAbbiategrasso, questa sera diretta di TN dal Consiglio comunale