Vaccino Covid/2, Uniti per Santo Stefano: ‘Sindaco dia buon esempio’

    62
    RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
    Uniti per Santo Stefano Ticino ha appreso da un sondaggio telefonico svolto tra gli amministratori del nostro territorio che il Sindaco di Santo Stefano si è lasciato andare a dichiarazioni poco istituzionali.
    Nella fattispecie il sondaggio riguardava il vaccino anticovid in arrivo, per cui sono state espresse delle riserve.
    Il Sindaco sostiene di non volersi vaccinare perché è “più forte del covid”!
    Mescolare il ruolo con le opinioni personali può fare molti danni, in questo momento così delicato. Ricoprire una carica pubblica e rispondere a un sondaggio con frasi del tutto personalistiche fondate sulla sensazione può creare nella popolazione opinioni distorte.
    Una posizione personale di Dario Tunesi, non suffragata da competenze né
    evidenze scientifiche, deve rimanere tale e non espressa in qualità di sindaco.
    Se non si vuole vaccinare sono fatti suoi, ma una posizione ambigua e
    antiscientifica non può rischiare di diventare un (cattivo) esempio per la popolazione.
    In particolare se si considera che un’ampia diffusione delle vaccinazioni non è solo una misura personale, ma di tutela della salute pubblica.
    E la tutela della salute pubblica rientra tra le responsabilità di un sindaco
    Non solo. All’interno della stessa maggioranza c’è una ricercatrice che in questo 2020 ha lavorato senza sosta; mostrare del rispetto per il suo lavoro e per quello di tanti concittadini impegnati nella sanità, direttamente e indirettamente, potrebbe essere un buon punto di partenza. Santo Stefano Ticino non ha bisogno di opinioni di pancia, in questo momento. La gestione lombarda dell’emergenza covid ha già ampiamente dimostrato che questo tipo di atteggiamenti improvvisati causa grandi disastri.
    UNITI PER SANTO STEFANO TICINO
    Articolo precedenteVaccino Covid/2, Corbetta: Pd e csx, ‘offriamoci come testimonial volontari’
    Articolo successivoLibri per Natale? Ecco le recensioni da La Memoria del Mondo