Uomo di Inveruno con la compagna trans accusati di avere rapinato una donna a Fino Mornasco

312

INVERUNO Un uomo di 42 anni residente a Inveruno è ritenuto responsabile, secondo le indagini dei carabinieri di Fino Mornasco, di avere commesso una rapina in quel comune della provincia di Como giovedì scorso insieme ad una trans di 26 anni di origini brasiliane. Quel giorno una donna di 60 anni era stata avvicinata dall’inverunese con la compagna e venne minacciata.

Armati di coltello le intimarono di scendere dall’auto. La donna reagì e i due le strapparono la borsa che teneva sul sedile per poi fuggire a piedi. Nella concitazione del momento la donna rimase ferita ad un braccio dal coltello della trans brasiliana. Le indagini partirono immediatamente. I carabinieri hanno perquisito la loro abitazione trovando la pistola scacciacani che era stata utilizzata per la rapina e la borsa. Il coltello sarebbe stato gettato nel bosco. Ad indagare è il Pm Simona De Salvo. A carico dei due, difesi dall’avvocato corbettese Roberto Grittini, è stato emesso un fermo di polizia giudiziaria.

Articolo precedenteMilano, imprenditore farmaceutico arrestato per violenza sessuale
Articolo successivoCecchetti: ‘Sindaco a Milano? Abbiamo una decina di nomi’