Una lettrice ci scrive: “A Londra si va e si viene senza stare in quarantena!”. Questa la situazione sino a sabato 7 marzo

    43
    RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO DA ROMENTINO NO –  “Buongiorno mi presento, sono Valeria, accompagnatore turistico, che vive in un piccolo paese della provincia di NovaraMi rivolgo a Voi, perché voglio offrire un’informazione corretta, basata sulla mia esperienza diretta. A partire da lunedì 2 marzo, sono andata 2 volte a Londra in giornata con un gruppo di 15 turisti e ci andrò anche domani, 8 marzo.
    Lo scorso mese, già in emergenza Corona virus, mi sono recata, sempre come accompagnatore, a Marrakech per 3 weekend consecutivi.
    Vorrei fare soprattutto delle precisazioni su come avviene l’ingresso a Londra, dato che tante sono le informazioni false e infondate che circolano anche in vari canali informativi e trasmissioni televisive.
    Il mio aeroporto di partenza è sempre MILANO MALPENSA terminal 2, dove NON viene controllata la temperatura ai passeggeri che si imbarcano. Gli aerei sono attualmente “vuoti”, qualche viaggiatore indossa la mascherina. All’arrivo, sbarchiamo regolarmente, ci rechiamo all’Immigration, dove ci vengono controllati i documenti e, sottolineo, NON viene effettuata nessuna misurazione della temperatura.
    A proposito della QUARANTENA, che spaventa ormai tutti quelli che devono affrontare un viaggio, garantisco che, ad oggi, in base alla mia esperienza, nessun passeggero, in entrata a Londra, è stato sottoposto a tale misura.
    Come da comunicato ufficiale dell’NHS, una persona residente nel Regno Unito, che presenta sintomi e che si è recato in alcuni Paesi, tra cui l’Italia, deve restare nella propria abitazione in AUTOISOLAMENTO e contattare l’111.
    Svolgiamo regolarmente il nostro tour, a Londra nessuno ci “evita” come “untori”. Alla fine della giornata, ci rechiamo nuovamente all’aeroporto di LGW, dove effettuiamo le normali procedure di imbarco. Sbarcati a MXP, ci viene controllata la temperatura, cosa che avviene già dal 9 febbraio per quanto mi concerne.
    Ho voluto scrivere questa lettera, sperando che Voi possiate dar voce alle mie esperienze reali, per tranquillizzare le persone che vogliono continuare a recarsi nel Regno Unito e per smentire CATEGORICAMENTE tutte le FALSE NOTIZIE che stanno circolando, soprattutto sulla quarantena.
    Invito tutti a consultare, SOLO ED ESCLUSIVAMENTE, il sito della Farnesina “Viaggiare sicuri” e/o altri siti governativi del Paese, in cui devono recarsi.
    Sono a disposizione, tra un viaggio e l’altro, per ulteriori chiarimenti”.
    Grazie della cortese attenzione.
    Distinti saluti,
    Happyvalery.
    VALERIA DONATI
    Tel 3398181777
    P.S. Questa testimonianza, naturalmente è stata scritta e inviata alla nostra redazione prima della firma nella notte tra sabato e domenica dell’ultimo DPCM per fronteggiare l’emergenza coronavirus che introduce ulteriori restrizioni. Ma è comunque assai significativa su come sono andate le cose fino all’altra settimana non solo nel nostro Paese, ma soprattutto nel resto d’Europa. 
    Articolo precedenteUn corso per aiutare i bambini a scrivere bene
    Articolo successivoAbbiategrasso: il coronavirus non ferma il sogno della Birra del Parco