Una Giornata per i Ceranesi emigranti

    118

    RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO DA CERANO NO –  Egregio direttore, James Joyce scriveva: (“abbiamo figli in tutto il mondo e qui torneranno tutti”). Purtroppo, sono molti i Ceranesi che negli ultimi trent’anni sono andati via dal paese e specialmente negli ultimi dieci.

    Una vista aerea dell’abitato di Cerano

    Un continuo cambiamento di tessuto sociale che porta il paese a cambiare pelle e caratteristiche ! La popolazione a Cerano  è  più o meno stabile rispetto al passato non abbiamo avuto gli incrementi vertiginosi della vicina Trecate passata da meno di 14 mila nel 1989 a più di 20 mila odierni
    Quello che è  successo a  Cerano è stato un massiccio cambiamento della popolazione, positivo o negativo sarà la storia a dirlo ma credo che istituire una giornata del migrante Ceranese  per farli tornare sarebbe un modo per far capire che Cerano non li ha dimenticati.
    Molti sono andati fuori Italia e addirittura fuori continente, altri fuori regione, fuori provincia,  o addirittura nella limitrofa Trecate ..
    Non so se il Paese è  come un vecchio addormentato ma sicuramente qui non c’è  la collina, ma tenere rapporti e fare iniziative per non abbandonare questi Ceranesi lontani farebbe dimenticare …il niente e la noia e ricordare le cose belle della propria cittadina
    Massimo Moletti
    Articolo precedenteCovid: a Monza dal prossimo primo di marzo test sul vaccino italiano Rottapharm-Takis
    Articolo successivoLombardia, da giovedì 18 vaccinazioni per 726mila ultraottantenni