Un vademecum per migliorare la raccolta differenziata

    124

    Un’iniziativa congiunta del Comune con ASM

    vademecumsalvaggioerba2MAGENTA – Continuano le iniziative del Comune di Magenta e di ASM srl (Azienda Speciale Multiservizi), attraverso la partecipata Aemme Linea Ambiente srl, per mantenere più pulita e bella la città e aumentare la percentuale e la qualità della raccolta differenziata.

    In questi giorni, infatti, è in distribuzione a tutte le famiglie della città, la nuova edizione della guida pratica per fare bene la raccolta differenziata dei rifiuti, un opuscolo prezioso con tutte le informazioni necessarie per il corretto smaltimento dei rifiuti domestici.

    È chiaro il messaggio riportato nella copertina: “I rifiuti trasformiamoli in ricchezza. DIFFERENZIAMO MEGLIO”. I cittadini di Magenta in questi anni sono stati molto virtuosi, tanto che la percentuale media della raccolta differenziata si avvicina al 70%. Un dato positivo ma si può fare di più e meglio seguendo i consigli del vademecum con i suggerimenti sia per chi abita in case indipendenti che in condomini.

    Nel manuale sono trattate tutte le tipologie di rifiuto con le indicazioni per il corretto conferimento di umido, plastica, vetro e lattine, carta, cartone e tetrapak e secco indifferenziato. Nell’opuscolo sono contenute anche indicazioni per smaltire le pile esauste e i rifiuti tossici nocivi come candeggina, vernici e solventi, nonché indicato come e quando si accede e cosa può essere depositato nella Piattaforma Raccolta Differenzia (PRD), che si trova in Murri.

    Nel vademecum c’è anche l’elenco aggiornato di tutte le vie della città con l’indicazione dei giorni in cui è effettuata la raccolta dei rifiuti porta a porta. È anche contenuto l’invito a fare un buon uso deicestini stradali che non devono essere assolutamente usati per depositare i rifiuti domestici soprattutto se non differenziati.

    Si ricorda che aumentare la percentuale e la qualità della raccolta differenziata dei rifiuti significa avere a cuore l’ambiente dove si vive, contenere i costi di smaltimento e dare nuova vita ai materiali che possono essere riciclati.

    In proposito, Vincenzo Salvaggio (nella foto in alto), assessore alle Politiche per l’Ambiente di Magenta, afferma: «I cittadini virtuosi a Magenta possono continuare a fare la differenza. Effettuare un corretto smaltimento dei rifiuti domestici è segno di civiltà, di attenzione e rispetto per la comunità in cui viviamo. Lo scopo di questo vademecum è di fornire consigli utili per continuare a migliorare il servizio di raccolta».

     

     

    Articolo precedenteMagenta verso il voto: saranno 5 i candidati in campo
    Articolo successivoBoffalora, tre mesi di verifica per il ponte sul Naviglio. Restano divieti e fasce