Un anno di Amministrazione Calati 2: “Magenta Città del fare che riparte”

    94

    MAGENTA – Non ci sta il sindaco Chiara Calati a veder bollato “come un carrozzone inutile” il tavolo per la competitività lanciato dalla sua Amministrazione e deliberato nel corso dell’ultimo Consiglio comunale. Lo ha ribadito il primo cittadino nella conferenza di stamani. “Quando parliamo di Magenta ‘Città del Fare’ non possiamo non far riferimento a questo strumento di interlocuzione con i corpi intermedi della nostra città e del nostro territorio. Si tratta di un valore aggiunto di chi vive la città tutti i giorni e può portare idee interessanti”. Il tavolo che si riunirà per la prima volta nel mese di settembre, secondo i desiderata della Giunta, dovrebbe riunirsi con cadenza almeno mensile. “Sarà un organismo snello – ha assicurato il Sindaco – con al massimo 7/10 elementi. Prevediamo anche la presenza di piccoli focus group quando andremo a lavorare su tematiche specifiche”. Tra gli obiettivi dichiarati il lavorofavorendo l’incontro tra domanda e offerta, ma anche creando situazioni ideali per l’insediamento di start up”. “Ma anche il rilancio dell’attrattività di Magenta – ha rimarcato il Sindaco – cercando di cogliere le opportunità che possono arrivare anche dalla grande Metropoli portando a Magenta eventi dal respiro milanese”.

    Il Sindaco ha citato la moda con il Rosso Magenta – un cavallo di battaglia dell’Avvocato Luca Castiglioni (nella foto sotto con Enzo Miccio) che dopo aver definitivamente mollato Progetto Magenta è sempre più in sintonia con l’Amministrazione Calati e potrebbe essere l’asso nella manica del Sindaco da calare nella partita di questi grandi eventi – ma anche le celebrazioni per 500 anni di Leonardo, che vedranno anche Magenta protagonista.

    Calati naturalmente ha guardato anche oltre il confine del Naviglio ribadendo come il dialogo con Abbiategrasso sia strategico. “Non solo su tematiche strettamente di attualità come la Vigevano Malpensa – ha ricordato il Sindaco – qui assieme al sindaco Cesare Nai attendiamo di essere convocati a giorni da ANAS per discutere definitivamente il progetto. Ma mi riferisco anche ai bandi europei da cogliere come filiera di Comuni dell’est Ticino. E più ancora sul capitolo ambiente e turismo“. 

    Concludendo il capitolo ‘Magenta attrattiva’ il Sindaco ha sottolineato la nuova filosofia rispetto alle manifestazioni da portare in città. “Le vogliamo più smart, dinamiche e capaci d’intercettare anche un pubblico giovanile. Il solstizio di Totem nel parco di Villa Naj Oleari, così come il Moto Racing Day con SC Project che ha richiamato un folto pubblico giovane, ne sono la prova tangibile. Così come la ‘Notte Rosso Magenta’ dove la street dance l’ha fatta da padrone. Solo nel Giugno Magentino abbiamo organizzato direttamente come Comune o grazie alla forza del nostro tessuto sociale oltre 50 eventi. Credo che questo sia un grande successo di squadra da condividere“.

    F.V. 

    Articolo precedenteUn anno di Amministrazione Calati: ‘Grande lavoro di squadra’
    Articolo successivoUn anno di Amministrazione Calati 3: parte la macchina dei lavori pubblici