Un altro furto al cimitero di Turbigo

228

E’ successo questa mattina. Una scia senza fine in una luogo che dovrebbe essere di silenzio e rispetto. Ma i delinquenti sono sempre in agguato

 

 

TURBIGO – E’ successo questa mattina alle 11.  Auto posteggiata nell’entrata laterale destra con la borsa seminascosta sotto il sedile. Comme d’abitude. Ma stavolta un bracciolo affiorava e questo ha portato il solito delinquente a sfondare il vetro e a prelevare la borsa contenente tutto: portafogli, carte di credito, tessera sanitaria e via dicendo. Tutta la mattinata impiegata a denunciare il furto: prima dalla Polizia Locale e poi dai Carabinieri. Una sventura dovuta al fatto che l’auto era stata parcheggiata in un punto dove non ci sono telecamere, mentre tali apparecchiature sono evidenti davanti all’entrata principale.

 

Giuseppe Leoni

Articolo precedenteA proposito del DDL Zan affossato. Il volto, la faccia, un voto. Di Emanuele Torreggiani
Articolo successivoMagenta: problemi al cambio automatico, auto sfonda la vetrina del Calzolaio