‘Uccidete lo Zar’, con questo titolo inizia l’attività editoriale di Angelo Paratico, turbighese

98

Dopo 40 anni in giro per il mondo, Angelo Paratico è tornato in Italia a lavorare, scegliendo il settore che coltiva da sempre: i libri e la scrittura.
Ha da poco rilevato una casa editrice di Bologna, la Gingko Editore (www.gingkoedizioni.it) che pubblica libri da 13 anni e spostato la sede a Verona, nel centro storico della città (in una vecchia fabbrica di statue in gesso), a due passi da Castelvecchio.
E il 17 luglio 2018, a Verona, presenta il libro ‘Uccidete lo Zar’ dello storico e giornalista Luciano Garibaldi (vedi locandina).


ANGELO PARATICO, turbighese, Giornalista (ha scritto per Il Borghese, Il Secolo d’Italia) Scrittore, nel corso degli anni ha pubblicato parecchi libri, di soggetto storico e dei romanzi a sfondo politico o scientifico, sia in italiano che in inglese. Gli ultimi sono stati: Five centuries of Italians in Hong Kong and Macau. 1513-2013; una traduzione dal latino all’inglese del Encomio di Nerone scritto nel 1562 da Gerolamo Cardano; un romanzo basato sulla ‘pista inglese’ nell’uccisione di Benito Mussolini, intitolato Ben, pubblicato da Mursia di Milano nel 2010; Una biografia dedicata alla madre di Leonardo da Vinci, in inglese, italiano e in coreano. Reduce dalla campagna elettorale (4 morzo) alle scorse Politiche per l’Estero (circoscrizione Asia, Oceania e Africa), dove non è stato eletto in quanto sono gli uffici sindacali delle grandi organizazioni italiane che governano i voti all’estero, recentemente ha imboccato una nuova strada: Editore, oggi, si cimenta in una nuovo settore a Verona dove si è insediato dopo decenni vissuti a Hong Kong.

Articolo precedenteAllarme a Malpensa, fumo dalla cabina di un aereo: nessun ferito
Articolo successivoDanilo Gallinari, una ‘superstar’ a Magenta