Economia/LavoroNewsPubbliredazionale

Torna la rubrica di Tutela immobili: oggi parliamo di….tre momenti chiave della locazione abitativa

Locazione ad uso abitativo: visita, consegna e rilascio dell'immobile

“L’approfondimento del mese di gennaio prosegue nel mondo delle locazioni. Dopo aver esplorato insieme alcune delle peculiarità dei contratti di locazione ad uso abitativo, ci concentriamo ora su tre momenti chiave: visita, consegna e rilascio dell’immobile”.

LA VISITA DELL’IMMOBILE: ACCORGIMENTI

La visita dell’immobile è sicuramente un momento molto importante sia per il proprietario che per l’inquilino. Ogni immobile è unico grazie a caratteristiche distintive. La posizione dell’immobile in città, i servizi presenti nelle immediate vicinanze, gli affacci, l’orientamento e gli spazi interni sono solo alcuni degli elementi che caratterizzano e differenziano tra loro gli immobili.

L’abitazione, per essere scelta tra le altre sul mercato, deve essere valorizzata. Le caratteristiche devono emergere immediatamente e chiaramente. Le modalità per valorizzare un immobile sono molteplici. Si parte da semplici accortezze, fra cui la pulizia dei locali, l’ordine, l’apertura delle imposte e l’accensione delle luci sino a interventi di Home Staging. Oltre all’aspetto estetico, è importantissimo soffermarsi anche sulle caratteristiche degli impianti e sulla tecnologia di cui la casa è dotata.

La prima impressione conta molto. La visita deve suscitare emozioni.

LA CONSEGNA DELL’IMMOBILE: CONSIGLI

La consegna dell’immobile è un momento significativo. Redigere un verbale che descriva esattamente lo stato dell’immobile al momento della consegna è di grande utilità. Il verbale, condiviso dalle parti, è spesso corredato da fotografie che aiutano a rendere più evidente lo stato in cui versano locali e complementi d’arredo.

Il proprietario è tenuto a consegnare l’immobile in buono stato di manutenzione, impegnandosi altresì a mantenerlo nel corso del contratto adatto all’uso per cui è stato locato. Il nostro consiglio è, prima della consegna, di verificare attentamente il corretto funzionamento di tutti gli impianti, degli elettrodomestici, delle chiusure di porte e finestre e dello stato di manutenzione generale dei locali.

Con l’affido dell’immobile l’inquilino diventa il custode della casa e si obbliga a servirsene con la diligenza del buon padre di famiglia. Firmando il contratto di locazione accetta il bene nello stato in cui si trova e si obbliga a restituirlo, salvo il deterioramento legato all’uso, nello stato in cui l’ha ricevuto.

IL RILASCIO DELL’IMMOBILE: SUGGERIMENTI

La locazione può concludersi perché il contratto è giunto alla sua naturale scadenza o a causa di una risoluzione anticipata. Al rilascio dell’immobile, l’inquilino consegna le chiavi al proprietario e da quel momento viene meno il suo ruolo di custode della casa.

Al termine della locazione è fondamentale effettuare un sopralluogo presso l’immobile per valutarne il suo stato. Il verbale di consegna e le eventuali fotografie che sono state scattate all’inizio della locazione, giocano qui un ruolo strategico. Permettono infatti di paragonare due differenti stati dell’immobile in due momenti diversi.

Il nostro suggerimento è quello di effettuare sempre la visita dell’immobile al termine della locazione, in presenza del proprietario e dell’inquilino uscente (o di professionisti da loro delegati), e in caso di eventuali danni segnalarli immediatamente, prima di intervenire con la sistemazione.

Tutte le situazioni sopra descritte, quando non adeguatamente gestite, possono scatenare un contenzioso. L’esperienza e la competenza di professionisti del settore sono fondamentali per prevenire o gestire eventuali problematiche che possono sorgere.

 

 

 

 

 

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button