Turismo: Politecnico Milano, l’eCommerce guida la ripresa con 26 mld

181
Massimo col ministro del Turismo Massimo Garavaglia

MILANO – L’eCommerce dei viaggi guida la crescita del turismo, settore che nel suo complesso conferma una forte ripresa dopo due anni caratterizzati dalle limitazioni alla mobilita’, avvicinandosi ai livelli del pre-pandemia. Lo afferma l’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo della School of Management del Politecnico di Milano, che ha presentato una ricerca al Ttg di Rimini. Secondo lo studio a guidare il trend e’ proprio la componente digitale: nel 2022 l’eCommerce nel mercato dei trasporti cresce in valore assoluto dell’84% rispetto al 2021, toccando quota 11,2 miliardi di euro e attestandosi a -6% sul 2019, mentre nel mercato ricettivo gli acquisti online crescono del 32% e oltrepassano quota 14,9 miliardi, superando del 2% il dato pre-pandemia del comparto (cioe’ i 14,5 miliardi del 2019).

 

Secondo lo studio, nel 2022 il comparto trasporti vale complessivamente (online piu’ offline nelle tre componenti incoming, domestica e outgoing) 16,6 miliardi di euro, riducendo a -24% il gap con il 2019, anno in cui il totale del mercato aveva toccato quota 21,7 miliardi.

 

Si registra quindi un aumento del +62% rispetto al 2021, quando il valore complessivo dei trasporti era sceso a soli 10,2 miliardi. L’eCommerce di settore continua la sua rincorsa e con 11,2 miliardi di raccolta arriva a superare i due terzi del totale del mercato (68%, contro il 32% del canale offline). La rilevanza degli acquisti online si manifesta in particolar modo nelle prenotazioni tramite canali diretti, che arrivano nel 2022 a rappresentare l’88% del volume digitale totale.

Anche il ricettivo, inteso sia come comparto alberghiero che extra-alberghiero, e’ in forte recupero. Il settore, considerando i flussi incoming e quelli domestici, nel 2022 – secondo l’Osservatorio – vale 28,3 miliardi, in crescita del 26% rispetto al 2021. Restano ancora lontani i livelli del 2019, quando il totale del comparto (offline piu’ online) valeva 33,4 miliardi di euro, ma la distanza si riduce sensibilmente.

Nell’ospitalita’ l’eCommerce raggiunge i 14,9 miliardi dieuro (3,6 miliardi in piu’ rispetto al 2021), continuando a crescere a tassi piu’ alti rispetto al totale del mercato, sebbene inferiori a quelli dello scorso anno anche a causa del ritorno delle vendite in agenzia, che segnano un +27% sull’anno scorso per questo comparto. Nel complesso, quindi, l’eCommerce rappresenta il 53% del comparto ricettivo contro il 47% dell’offline, mentre dopo due anni di sostanziale parita’, le transazioni digitali sul canale indiretto (salite al 62%) tornano a erodere parzialmente l’incidenza di quelle sul canale diretto (38%)

 

 

 

Articolo precedenteBià: Poste Italiane celebra il sessantesimo anniversario di elevazione a Basilica di Santa Maria Nuova
Articolo successivoMilano. I giovani e il male di vivere. I pediatri lanciano l’allarme: un tentativo di suicidio al giorno