Turismo lombardo, che botta: nel 2020 meno 11 milioni di persone

    77

     

    MILANO  Nel 2020 il movimento turistico in Lombardia si e’ piu’ che dimezzato, con 11.4 milioni di arrivi in meno (+65% rispetto al 2019) e una contrazione di 23,4 milioni di presenze (-58%). Un calo imputabile soprattutto alle presenze all’estero, mentre la flessione degli italiani e’ stata piu’ contenuta (-42%).
       Il ridimensionamento del comparto ha interessato inevitabilmente il settore alberghiero (-66%). Quasi la meta’ delle minori presenze turistiche in Lombardia e’ riconducibile alla provincia di Milano (-71%), che nel 2019 era ampliamente la prima area turistica della regione. Male anche Brescia (-4,9 milioni) e Como (con una contrazione turistica del -57%). È quanto emerge dallo studio effettuato dall’Osservatorio Economia e Territorio del centro studi Sintesi per Cna Lombardia, presentato questa mattina in videoconferenza.
    Articolo precedente‘++Confcommercio Milano: togliere coprifuoco non basta, riaprire bar e ristoranti al chiuso
    Articolo successivoL’Unione Europea vuole annacquare il vino. Che dire.. Levateje er vino