Turbigo: si tuffa nel Ticino per salvare le nipoti, ma sparisce in acqua

120

TURBIGO – Una tragedia si è consumata oggi nel Ticino di Turbigo, all’altezza del ponte che collega Lombardia e Piemonte. Un uomo di 48 anni e il cognato di 47 non hanno esitato un secondo a tuffarsi in acqua quando le due figlie del primo di circa 10 anni, entrate nel fiume in cerca di refrigerio, sono andate in difficoltà. È accaduto verso le 13. Il 48enne è riuscito a mettere in salvo le due bambine, ma si è accorto che il cognato era sparito. Ha allertato immediatamente i soccorsi giunti sul posto con i vigili del fuoco di Inveruno e il nucleo sommozzatori, un equipaggio della Croce Bianca e l’elisoccorso. I sommozzatori hanno subito scandagliato il Ticino in cerca dell’uomo. Si tratta di una famiglia di origini filippine.

L’uomo di 48 anni vive con la moglie e le due bambine a Busto Arsizio . Il fratello della moglie, Edwin Perez, risucchiato da uno dei tanti mulinelli del fiume viveva a Milano. Oggi, tutti insieme, avevano deciso di trascorrere una giornata al Ticino. Perez è stato ritrovato senza vita dai sommozzatori incastrato sotto un pilone del ponte.

G.M.

(*Per la foto si ringrazia Francesco Maria Bienati)

Articolo precedenteCuggiono, stroncato da un arresto cardiaco mentre è in strada
Articolo successivoMagenta: Salvaggio studia da sindaco e comincia ad arruolare i suoi nuovi elettori