‘++Turbigo-Galliate, il ponte sul Ticino chiude alle auto dal 12 giugno al 30 settembre

123

 

TURBIO GALLIATE  Si è svolta lunedì la riunione per le chiusura del ponte sul Ticino tra Galliate e Turbigo, alla presenza delle Prefetture di Milano e Novara, i Sindaci dei comuni di Galliate, Turbigo, Magenta e Boffalora , le polizie Locali di Galliate, Turbigo, Boffalora, Oleggio e Magenta, il rappresentante della città metropolitana di Milano, rappresentanti dei Carabinieri di Milano e Novara, la Polstrada di Milano, Anas Lombardia e Piemonte, Satap e FerrovieNord.
La chiusura del ‪ponte avverrà da sabato 12‬ giugno a mezzanotte fino al 30 settembre per il traffico automobilistico, mentre per il traffico ferroviario sempre ‪da sabato 12 giugno fino al 18 luglio‬.
Sarà predisposto apposito passaggio sia pedonale che ciclabile, mentre non sarà consentito il passaggio di moto e scooter.
Il servizio autobus in sostituzione dei treni è confermato su Galliate e Turbigo con fermate nei pressi delle stazioni ferroviarie.
I percorsi alternativi sono stati individuati nella autostrada A4, la statale 527 e la statale 11.
Sarà posizionata apposita cartellonistica da parte di FerrovieNord con tutte le indicazioni sia sulla tangenziale, autostrade, statali e comunali.
Ci siamo ripetutamente attivati per chiedere che ci fossero delle attenzioni a favore della cittadinanza.
Siamo in attesa da parte di Satap (gestore dell’autostrada) per un’eventuale applicazione di tariffa agevolata per la tratta autostradale Galliate-Mercallo Mesero, come già richiesto dai sindaci di Galliate e Turbigo.
Infine verranno predisposti area di parcheggio sia sul lato Galliate e Turbigo adiacenti al ponte.
Capiamo benissimo il disagio, che anche noi stessi siamo chiamati a sopportare per questa chiusura a fronte di lavori fondamentali per garantire la sicurezza del ponte e di tutti. Ringraziamo tutti per la collaborazione.
IL SINDACO DI GALLIATE
Claudiano Di Caprio
IL SINDACO DI TURBIGO
Christian Garavaglia
Articolo precedenteParabiago, domenica 13 ‘Io non ti abbandono’: come si addestra un cane
Articolo successivoCuggiono, carenza dei medici di base: via alla raccolta firme