Truffe con finto investimento, 36enne arrestato a Milano

194

 

MILANO   La Polizia di Stato ha arrestato a Milano, in zona Quarto Oggiaro un trentaseienne pregiudicato, agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio, che, nonostante la misura cautelare, ha messo a segno delle truffe fingendo di farsi investire dalle auto.

ll conducente si spaventava e si fermava per sincerarsi delle sue condizioni. Seguiva richiesta di denaro Tre gli episodi che gli vengono attribuiti, tra fine luglio e agosto, sempre in zona Certosa. Il 26 luglio, in via Mac Mahon, il tentativo di truffa era degenerato in una rapina: l’uomo aveva chiesto 150 euro per il danno al suo telefono cellulare. L’automobilista anziché pagare, aveva offerto al truffatore un nuovo cellulare da acquistare in un negozio. In tutta risposta lo aveva costretto, minacciandolo, a prelevare denaro da un bancomat. Il 16 agosto, in viale Certosa, sempre dopo un investimento simulato, aveva chiesto 100 euro come risarcimento per la rottura degli occhiali e aveva dato il documento alla vittima che ne aveva fatto una foto. L’automobilista era andato al bancomat a prelevare. In quel momento, per caso, era passata una volante della Polizia che la vittima aveva avvicinato. Il truffatore alla vista della pattuglia era fuggito ma era stato identificato. Episodio analogo il 25 agosto, in viale Certosa – Piazzale Accursio, dove l’uomo è stato visto mentre cercava di truffare tre persone. E’ stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere in sostituzione dei domiciliari che è stata eseguita dagli agenti del Commissariato Quarto Oggiaro. 

Articolo precedenteAddio ai Federer Moments e alla capacità di ‘sedare’ i propri demoni. Addio Roger – di Teo Parini
Articolo successivoCuggiono, domenica 25 con Ecoistituto ESSERE TERRA e LIBRARIA