Trionfo di Paton all’Isola di Man: ennesima impresa della Sc di Lavazza e De Rossi

    142

     

     

    MAGENTA – CASSINETTA  Questa è la storia di un glorioso marchio milanese, che nel suo 60esimo anniversario trionfa all’Isola di Man distruggendo tutti gli avversari. Cinque moto verdi come la bandiera della Regione Lombardia che portano in alto la nostra gente con quelle capacità e quell’orgoglio italiano, lombardo e milanese che ci rendono unici al Mondo. Oggi all’Isola di Man sventola la bandiera della nostra Lombardia, e sul podio le moto fatte a Milano dominano su tutto il resto. Grazie a tutto lo staff Paton SC-Project Reparto Corse, ai nostri sponsor e fornitori, grazie ai nostri piloti, il vincitore e re del TT Michael Dunlop, il nostro unico Stefano Bonetti e il grande Michael Rutter, vincitore del TT 2017.  In alto la bandiera verde! Matteo Salvini Fabrizio Cecchetti ve l’avevo detto!!

    Sprizza di gioia Stefano Lavazza, e ne ha ben donde. Dopo il trionfo dello scorso anno con Michael Rutter, la Paton (marchio acquisito di recente da Lavazza e dal socio Marco De Rossi) ha appena trionfa nuovamente nella corsa riservata alle bicilindriche 4 tempi protagoniste al Mountain Course dell’Isola di Man, questa volta con Michael Dunlop in sella alla Paton S1-R ufficialmente schierata dal Team Paton SC-Project Reparto Corse. Alla sua diciottesima affermazione in carriera al TT, Micky D ha costruito questa vittoria con un ritmo-gara record, già anticipato con sensazionali tempi sul giro per la categoria espressi nelle prove.

    Il marchio Paton nasce a Milano nel 1958, anno in cui Giuseppe Pattoni e Lino Tonti, a seguito della chiusura del Reparto Corse Mondial, decidono di progettare una moto da corsa rinunciando alla loro liquidazione in cambio del materiale racing rimasto sugli scaffali.

    Dal 2016 Paton ed il suo storico Team sono stati acquistati da Advanced Group S.r.l., azienda titolare del marchio SC-Project, leader mondiale nella produzione di impianti di scarico per motociclette e fortemente radicata nel mondo delle corse.

    E c’è tutto l’orgoglio di due ragazzi partiti alla conquista dello sfolgorante mondo della Motio GP da un piccolo ufficio di Magenta, che a Cassinetta stanno creando ormai da anni un polo aziendale e tecnologico unico al mondo, creando valore, impresa ed occupazione nel cuore dell’Est Ticino; quell’orgoglio che, molto più della leva rappresentata dal successo economico, contribuisce a rendere unica, e sensazionale, la storia di Sc Project. Una storia orgogliosamente e fieramente ‘made in Magenta (ed Est Ticino).

    In alto i cuori, ragazzi.

    F.P.

     

    Articolo precedenteAbbiategrasso avvisa, occhio alle piante lungo la ferrovia..
    Articolo successivoMagenta, don Giuseppe e laicità: che (ennesima) stecca hai preso, caro Sergio Prato..