Treni & sicurezza, dopo l’ultima aggressione nel Comasco, De Corato: “Protocollo sicurezza treni su tutte le linee a rischio”

237

 

MILANO –  L’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, esprime solidarietà al capotreno di Trenord aggredito da un gruppo di ragazzi sulla tratta Milano-Asso all’altezza di Lambrugo (CO). Nell’episodio è stato derubato anche un quindicenne.

“Siamo vicini al lavoratore di Trenord – ha evidenziato l’assessore – e al ragazzo. Mi auguro che si faccia piena luce su questo episodio”.

 

SICUREZZA INTEGRATA – L’assessore regionale alla Sicurezza ha ricordato che “lo scorso mese è stato sottoscritto un accordo in Prefettura a Lecco ed è stata approvata in Giunta, su mia proposta, una delibera che prevede un sistema di ‘sicurezza integrata’ sulla tratta ferroviaria Milano-Lecco attraverso maggiori controlli nelle stazioni e a bordo treno”.

 

“Si tratta – ha aggiunto – di controlli effettuati anche dalle Polizie locali con turni straordinari soprattutto negli orari serali nei pressi delle stazioni. Questi servizi si aggiungono a quelli dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia ferroviaria e del personale Trenord all’interno degli scali e sui treni”.

 

ACCORDO SICUREZZA TRENI DA REPLICARE IN LOMBARDIA – “L’iniziativa – ha continuato De Corato – coordinata dalla Prefettura di Lecco e attuata in via sperimentale fino al 30 novembre prossimo, vuole essere solo un accordo ‘apripista’ da estendere poi anche a tutte le linee più a rischio della Lombardia coinvolgendo le rispettive Prefetture. L’obiettivo è contrastare gli atti vandalici e le scorribande di gang che ingenerano insicurezza diffusa nella popolazione”.

Articolo precedenteBareggio: il 29 ottobre incontro sul PGT. Il Sindaco: “Faremo chiarezza e smentiremo tutte le falsità circolate”
Articolo successivoCovid. In Lombardia: il 91% della popolazione ha aderito alla vaccinazione