Trecate incorona Rebecca Galluzzo, vincitrice di Miss Miluna

    109

    TRECATE NO – Rebecca Galluzzo, 19enne di Volpiano (TO), è stata incoronata Miss Miluna sabato 13 luglio durante le selezioni di Miss Italia che si sono svolte nel Cortile delle Magnolie di Villa Cicogna.
    Durante la serata, presentata da Martina Pascutti, volto noto di QVC Italia, sono state premiate sei concorrenti che parteciperanno alle selezioni regionali Piemonte e Valle d’Aosta: oltre alla già citata Rebecca Galluzzo, fascia di Miss Rocchetta Bellezza per Marianna Manassero, 25 anni di Torino, terza classificata Erica Ceste, 24enne di Collegno (TO), fascia di Miss Be Much per Arianna Raspagli, 19 anni, di Valenza (AL), quinta classificata Eleonora di Sciscio, 19enne di Chieri (TO) e sesto posto per Dafne Apollonio, 18enne di Novara che si è aggiudicata anche la fascia di Miss Città di Trecate 2019. 
    La giuria, presieduta da Gentiana Xhafa, dell’A.p.s. ShowTeam di Novara ed esperta di portamento e di sfilate, era composta dal Sindaco Federico Binatti, dal consigliere incaricato alla Cultura Patrizia Coraia, dall’orefice Mauro Camana, referente di Miluna per la città di Trecate, dallo stilista novarese Umberto Perrera, dal giornalista de “La Stampa” Marco Piatti e dai blogger e conduttori radiofonici Alessio Marrari e Marcella Bove.

    «Sono molto contenta e decisamente soddisfatta per la riuscita dell’iniziativaha dichiarato Patrizia CoraiaNonostante le difficoltà organizzative che un evento così importante comporta, i numerosi presenti hanno potuto constatare quanto Villa Cicogna sia una sede ottimale per le manifestazioni trecatesi e quanto la sinergia tra commercianti di Trecate e il Comune possa portare alla piena riuscita degli eventi stessi».
    Una serata di alto livello, motivo di vanto per la città, in una splendida cornice che ha visto grande entusiasmo da parte del pubblico, allietato anche dagli intermezzi musicali offerti da A.p.s. ShowTeam e dalla presenza del Caffè Sassi con punto di ristoro.

    Articolo precedenteDel Gobbo: “Il mio GRAZIE a Rocco Morabito”
    Articolo successivoDodici sfumature di blu: con SI Invernizzi torniamo in Cascina Galizia !