Trecate: “Anch’io sono la Protezione Civile”. Si comincia oggi

    86

    TRECATE NO –  Dal 24 al 30 giugno, nell’Area delle Feste di piazzale Antonini, sarà allestito il Campo Scuola “Anch’io sono la protezione civile” rivolto agli alunni del primo e secondo anno della Scuola secondaria di primo grado. Sono ormai anni che l’Unità di Protezione civile A.N.A. – sezione di Novara, con il patrocinio della Città di Trecate, organizza questa esperienza: «Una bella occasione per far capire ai nostri ragazzi l’importanza della prevenzione e per far conoscere il prezioso lavoro di tutti i volontari – ha dichiarato il sindaco Federico Binatti – Questa è un’opportunità concreta per creare una cultura di difesa e salvaguardia del nostro territorio sia dalle aggressioni climatiche sia da quelle umane». 

    Nella settimana i ragazzi conosceranno Enti e alcune associazioni di Protezione civile: le visite guidate comprenderanno l’Ente Parco del Ticino, la raffineria Sarpom S.r.l./Birla Carbon U.S.A., il Presidio Territoriale della Protezione civile di Vercelli, l’Aeroporto Militare di Cameri, il Comando dei Vigili del Fuoco di Novara, l’U.C.S. “Laika” e l’Antincendio Boschivo di Bellinzago. 

    «Una settimana ricca di spunti che, sono sicuro, rimarrà nella memoria dei nostri ragazzi – ha detto il consigliere incaricato alla Protezione civile Enrico OrioloIn questo modo conosceranno i rischi presenti sul proprio territorio imparando i corretti comportamenti da tenere in caso di emergenza e apprenderanno nozioni di primo soccorso, topografia, orientamento e telecomunicazioni».

    Puntare sulla formazione delle nuove generazioni oggi significa che gli adulti di domani saranno consapevoli di far parte di una comunità, del ruolo che ognuno può svolgere ogni giorno per la tutela dell’ambiente, del territorio e della collettività.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Nella settimana i ragazzi conosceranno Enti e alcune associazioni di Protezione civile: le visite guidate comprenderanno l’Ente Parco del Ticino, la raffineria Sarpom S.r.l./Birla Carbon U.S.A., il Presidio Territoriale della Protezione civile di Vercelli, l’Aeroporto Militare di Cameri, il Comando dei Vigili del Fuoco di Novara, l’U.C.S. “Laika” e l’Antincendio Boschivo di Bellinzago.

    «Una settimana ricca di spunti che, sono sicuro, rimarrà nella memoria dei nostri ragazzi – ha detto il consigliere incaricato alla Protezione civile Enrico Oriolo – In questo modo conosceranno i rischi presenti sul proprio territorio imparando i corretti comportamenti da tenere in caso di emergenza e apprenderanno nozioni di primo soccorso, topografia, orientamento e telecomunicazioni».

    Puntare sulla formazione delle nuove generazioni oggi significa che gli adulti di domani saranno consapevoli di far parte di una comunità, del ruolo che ognuno può svolgere ogni giorno per la tutela dell’ambiente, del territorio e della collettività.

    Articolo precedenteUna travolgente serata ignorante in Cascina Bullona
    Articolo successivoI giovani del Magentino scrivono di legalità, diritti e ambiente con ASM