Trasporti: inaugurata su S9 la nuova fermata Milano Tibaldi- Bocconi, apertura il prossimo 11 dicembre

485

MILANO  – Inaugurata oggi la nuova fermata green di Milano Tibaldi Universita’ Bocconi sulla linea ferroviaria Milano-Mortara (Cintura Sud di Milano) sara’ operativa dall’11 dicembre, in occasione dell’entrata in vigore dell’orario invernale.

L’inaugurazione e’ avvenuta alla presenza di Claudia Maria Terzi, assessore alle infrastrutture, trasporti e mobilita’ sostenibile di Regione Lombardia, Giancarlo Tancredi, assessore alla rigenerazione urbana del Comune di Milano, Francesco Billari, rettore dell’Universita’ Bocconi di Milano e Vera Fiorani, amministratrice delegata e direttrice generale di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) e Alessandro Morelli, sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

La nuova stazione e’ un’infrastruttura verde che risponde alle nuove esigenze di mobilita’, mettendo al centro la sostenibilita’, la massima accessibilita’ e l’integrazione nel tessuto urbano e sociale attraverso interventi di rigenerazione che mirano a incrementare la biodiversita’ e la resilienza dell’ambiente urbano migliorando il benessere delle persone che abitano la citta’.

La fermata e’ infatti caratterizzata da spazi verdi esterni a servizio di passeggeri e cittadini e dall’inserimento di pareti ed elementi di ingegneria naturalistica integrati nelle barriere antirumore, nelle strutture e negli argini della stazione, in grado di assorbire le emissioni di CO2, di riutilizzare le acque piovane e migliorare il microclima e la resilienza urbana in un contesto fortemente antropizzato.

“Questa stazione – ha spiegato Vera Fiorani – e’ collocata in uno spazio fisico di circa tre chilometri tra due stazioni ferroviarie, quella di Porta romana e di Romolo, la prima accoglie 700 mila viaggiatori all’anno e l’altra 900 mila viaggiatori all’anno. Questo inserimento permette di rispondere a una logica di miglior accessibilita’ a questa area della citta’”. “Si tratta – ha proseguito – di un modello innovativo molto coerente con un approccio sviluppato su stazioni ferroviarie che devono essere un elemento di continuita’ con la citta’ che le ospita e creare condizioni di osmosi: questo ne e’ un esempio che crea anche una ricucitura urbana”.

Situata in prossimita’ del nuovo Campus dell’Universita’ Bocconi, progettata da Rfi in partnership con il Comune di Milano seguendo i principi alla base della strategia europea per le infrastrutture verdi, la fermata si e’ aggiudicata il finanziamento dall’Unione Europea – Horizon 2020 per l’innovazione del progetto “Clever Cities”, che vede Coinvolte le citta’ di Amburgo, Londra e Milano nell’importante sfida di rinnovare le citta’ mediante soluzioni naturalistiche e innovative.

La nuova stazione, ha ricordato l’assessore Terzi, si colloca sulla linea S9, Albairate Saronno, una linea che fa gia’ oggi 25 mila passeggeri giorno con 72 corse al giorno che garantiranno un servizio alla mezz’ora. Si tratta di una collaborazione tra Rfi e Regione Lombardia: la prima attivata per quanto riguarda l’intervento infrastrutturale, Regione Lombardia per la programmazione e l’adattamento dei sistema ferroviario”.

“Nei prossimi anni tutto il territorio sara’ interessato dagli interventi di Rfi, perche’ qui c’e’ gran parte della mobilita’ italiana, perche’ soprattutto in Lombardia un sistema ferroviario regionale che e’ andato molto avanti e ha creato nel tempo una grande domani da deve essere sostenuto da un altrettanto importante, moderno e innovativo sistema ferroviario che, onestamente, a oggi non e’ ovunque garantito e deve essere onere di chi si trova qui oggi superare questo gap”, ha concluso.

 

Articolo precedenteMercato Comunale di Castano Primo e pista di pattinaggio. La Confcommercio ribadisce: “Grave disattenzione e inascoltati dal Sindaco”
Articolo successivoCerano: la pioggia non rovina la grande festa del rione Castello (VIDEO). A cura di Massimo Moletti