Trapianto di polmoni: nuova tecnica di espianto all’Ospedale di Magenta

    126

    MAGENTA – Nei giorni scorsi è stato dimesso un paziente trapiantato con successo presso il “Centro Trapianti” del Policlinico di Milano.

    L’Ospedale di Magenta è stato protagonista nella delicata fase di “espianto di polmoni” con un metodo all’avanguardia da un donatore a “cuore non battente”: una tecnica rivoluzionaria che ha triplicato la resistenza di questi delicati organi nell’attesa di essere trapiantati aprendo così la strada a una nuova possibile fonte di organi per la donazione e a una sensibile riduzione delle liste d’attesa.

    Ospedale Fornaroli

    Alla Direzione della ASST Ovest Milanese è giunta una nota, a firma del Direttore della “Scuola di Specializzazione in Chirurgia Toracica” dell’Università di Milano, Prof. Mario Nosotti:

    “In data 6 giugno abbiamo effettuato un prelievo di polmoni con la nostra tecnica originale da donatore a cuore non battente (DCD Lung) presso la vostra Struttura ASST Ovest Milanese – Ospedale di Magenta, con successivo trapianto di polmone bilaterale. Il decorso postoperatorio è stato privo di complicanze e nei giorni scorsi abbiamo dimesso il paziente al domicilio.

    Com’è noto, la mortalità in lista di attesa per il trapianto di polmone è ancora alta, siamo sempre alla ricerca di nuove strategie per contrastarla e il prelievo da donatore “non controllato”, come il caso presente, sono pochissimi nel mondo per la loro complessità tecnica e organizzativa.  Condividiamo con piacere con voi l’ottimo risultato raggiunto.

    Desideriamo altresì ringraziare il personale del Pronto Soccorso e della Sala Operatoria, sottolineando peraltro quanto programmi di questo tipo coinvolgano risorse di tutto l’Ospedale .”

    Articolo precedenteSomma Lombardo: Massimiliano Albini nuovo Amministratore delegato di SPeS
    Articolo successivoSan Vittore Olona: venerdì sera concerto a Villa Adele con Edith Piaf quartet