Tragedia della solitudine in via Pusterla

    141

    MAGENTA –  Tragedia della solitudine in via Pusterla, al civico 33,  dove questa mattina è stato ritrovato cadavere un uomo classe ’56, V.S. in pensione da qualche tempo. I vicini si sono allarmati, anche se però a quando pare, a dare l’allarme è stato il medico di famiglia con il quale l’uomo aveva un appuntamento. Non essendosi presentato alla visita, il dottore si è insospettito ed ha così allertato la Polizia Locale.  

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Scene di ordinaria solitudine. I vicini lo ricordano come una persona schiva, assai riservata. Viveva con il suo cane e lo si vedeva, appunto, girare solo con la sua bestiola. “Non era una persona metodica – è la testimonianza di un conoscente – essendo da solo e in pensione non aveva orari fissi”. Uno stile di vita quasi da “invisibile”, tanto che a quanto pare, il malore che ha stroncato l’uomo, dovrebbe risalire a qualche giorno addietro. Triste davvero triste andarsene così.

    F.V.

     

     

     

     

    Articolo precedenteTestamento biologico, Cecchetti: “Lombardia superi Roma sul testamento biologico”
    Articolo successivo8 marzo Giornata Internazionale della Donna: le iniziative di Bià