NewsPolitica

Toti: ‘Salvini ha messaggio chiaro, Forza Italia no’

E la Meloni: 'Governo autorevole sì, inciucio no'

 

 

ROMA – Cosa ha avuto Salvini che Forza Italia non ha? “La chiarezza nel messaggio, la capacita’ di individuare i problemi degli italiani e la capacita’ di coinvolgere la classe dirigente del suo partito sul territorio e di rinnovarla tutte cose che Forza Italia ha fatto fatica a fare”.

Lo ha sostenuto Giovanni Toti durante il faccia a faccia di Giovanni Minoli che ha individuato pero’ anche quello che ritiene essere il difetto del leader della Lega: “prendere una parte larga ma stretta dell’elettorato. Per essere un leader di un intero centrodestra – dice – bisogna parlare a tante sensibilita’ diverse”.

Forza Italia, in ogni caso dovrebbe passare a essere una specie di monarchia costituzionale: “Credo che farebbe bene a tutti, compreso Berlusconi. Fi ha bisogno di cambiare la propria classe dirigente; ha bisogno di democratizzare e coinvolgere i suoi amministratori e ridare slancio”.

“Un governo davvero autorevole non è mai governo di inciucio. In Italia di governi di inciucio ne abbiamo avuti diversi: del presidente e di responsabilità nazionale e sono stati quei governi che hanno messo in ginocchio l’Italia sul piano interno e internazionale. Escludo quindi caterogiamente che possa essere questa la soluzione per tirare fuori Italia dalle secche. Noi chiediamo e lavoriamo per governo autorevole guidato dal centrodestra che sia il più aderente possibile alla volontà popolare che si è espressa chiaramente il 4 marzo. Ora aspettiamo a vedere che cosa dice il presidente della Mattarella e noi lavoreremo in quella traccia.
Mi rendo conto e sono consapevole della sua difficoltà a trovare queSta quadratura del cerchio. Noi per parte nostra gli dfaremo una mano. Ora la soluzione va trovata. Lo impone la situazione internazionale ma soprattutto la gente non può poù aspettare e non capisce altre nostre manfrine”. Lo ha dichiarato la presidente Fdi Giorgia Meloni, incontrando i giornalisti a margine della visita a Verona al Vinitaly 2018.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Per il nuovo Governo non si può – ha sottolineato Meloni, rispondendo sul governo autorevole per la mediazione in Siria proposto da Silvio Bereluconi, delle tensioni nel centrodestra e con M5s- non partire dal centrodestra, lo chiede il rispetto delle elezioni. Altri partiti – non noi che avremmo voluto un premio di governabilità con una legge magguioritaria e l’elezione diretta – hanno voluto una nuova legge elettorale proporzionale.
E nel proporzionale vince e fa il governo chi prende poù voti: il centrodestra”.

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi