Toscano Racing Team: Cancarini 5°, Milanesi 6°, Cioni 7°. Il resoconto dell’ultimo GP disputato

218

PAVIA – Domenica 8 maggio presso il circuito Internazionale di Ottobiano si è corso il nuovo GP del campionato Formula Kart 125cc 2t. Questa categoria è la più prestigiosa e performante del lotto tra i format proposti, e prevede dieci round e venti gare. In palio c’è la qualificazione alle finali mondiali di Las Vegas.

In questo nuovo round la pioggia gioca un ruolo fondamentale, battendo forte sulla pista a solo un’ora dalle prove ufficiali.
I commissari e gli addetti ai lavori intervengono tempestivamente per fare drenare quanta più acqua possibile, con il passare del tempo la pista asciuga solo in parte.
Nel briefing quasi tutti i piloti votano comunque di correre senza aspettare posticipi, nonostante le condizioni del tracciato rimangano molto incerte e insidiose.
La qualifica mostra subito le evidenti difficoltà, è sufficiente uscire di pochi centimetri dalla linea ideale per perdere completamente di aderenza e rischiare di uscire di pista. Questa condizione mette un reale punto interrogativo sui sorpassi in gara, inoltre il circuito in alcuni punti continua a rimanere bagnato.
Il veterano Alberto Cancarini conquista il 5° posto nelle prove ufficiali, precedendo Lorenzo Cioni 6° Michele Milanesi 7°.
In gara, come in qualifica, i piloti del Toscano Racing sono tutti vicinissimi e in lotta per la top5. Nonostante le insidie del tracciato incominciano ad avvenire i primi sorpassi, Cioni scavalca Cancarini e si ricambiano di nuovo le posizioni. Poi subentra Milanesi che riesce a mettere le ruote davanti al pilota bresciano e rimonta fino in quarta, salvo poi essere di nuovo superato da Cancarini.
La gara si conclude con tutti i piloti del Toscano Racing sempre attaccati rispettivamente 5°Alberto Cancarini6°Michele Milanesi7°Lorenzo Cioni.
Articolo precedenteEconomia, manifattura in costante crescita: confermati i dati positivi. L’Assessore Guidesi: risultati incoraggianti
Articolo successivoCastanese: due incidenti tra Buscate e Magnago, feriti non gravi