Tornano i teatri del Sacro al ‘Nuovo’ di Magenta

    62

    MAGENTA – La Sala di Comunità di Magenta si propone ancora una volta come foriera di proposte di alta qualità  nei campi espressivi di cinema e di teatro. Agganciandosi ai circuiti più interessanti e coraggiosi del panorama nazionale, CTN non soltanto offre occasioni importanti per il proprio pubblico ma contribuisce alla diffusione, alla crescita ed al potenziamento di comparti culturali – come quello del teatro in generale e di quello di riflessione in particolare – altrimenti stretti in spazi angusti con scarse risorse ove non potrebbero né sopravvivere come produzioni di compagnie né raggiungere l’obiettivo ultimo: quello di raggiungere le persone e di instaurare un dialogo virtuoso nella riflessione individuale e sociale.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Come chi ci segue sa, CinemateatroNuovo ha aderito fin dalla prima edizione alla proposta di “Teatri del Sacro”, rassegna nazionale di drammaturgie inedite create per il concorso Biennale ideata e promossa da Federgat con la Conferenza Episcopale italiana ed Acec . Giunta nel 2017 alla sua quinta edizione, la Biennale ha saputo lasciare il segno per la qualità dei lavori e ben seminare il campo artistico nazionale, attraendo con il suo concorso le migliori energie teatrali del territorio nazionale, senza alcuna limitazione o barriera culturale. Un concorso e successive rassegne itineranti, divenuto un importantissimo polo di attrazione per tutte quelle realtà artistiche, piccole o grandi, desiderose di cimentarsi, attraverso testi e cifre stilistiche variegate ma senz’altro originali e non di rado innovative, su temi che sappiano interrogare ed intersecare territori di confine tra tensione spirituale, fede religiosa, senso del vivere nella nostra contemporaneità, ricerca drammatica.

    Il concorso risulta inoltre fortemente inclusivo prevedendo sezioni dedicate a tutte le categorie: amatoriali, dilettanti, professionisti; la stessa compagnia magentina ARIEL ha partecipato alle prime due edizioni nella sezione amatoriale, uscendone tra i vincitori con le due narrazioni “Abramo”, “Ruth” di “Ti racconto la Bibbia” (riproposte poi al CTN).

    Nato e tenutosi a Lucca fin dal 2009, nella quinta edizione del 2017 il Festival si è spostato ad Ascoli Piceno, quale segno di partecipazione e sostegno ad una comunità ed un territorio flagellati dai terremoti ma che non rinuncia ai propri valori di umanità, arte antica, creatività, condivisione e, non ultima, una viva spiritualità testimoniata dalla materialità delle pietre che ne hanno per secoli disegnata l’architettura.

    Edizione del 2017, la quinta, cui hanno partecipato oltre 250 compagnie teatrali arrivate alla finale di Ascoli Piceno attraverso l’attenta ed articolata selezione della preparata direzione artistica guidata dal bravissimo Fabrizio Fiaschini.

    CinemateatroNuovo di Magenta è lieto di ospitare due produzioni tra le finaliste di Ascoli: “Giobbe” e “Leila della tempesta” rispettivamente il 6 marzo ed il 6 aprile.

    “Abbiamo deciso di mantenere l’accesso agli spettacoli libero, fino ad esaurimento posti” – spiega il Direttore di CinemateatroNuovo di Magenta, Alberto Baroni; “questo per agevolare al massimo la partecipazione di chiunque lo desiderasse a due eventi artistici e di meditazione di alta qualità e spessore. Nel solco degli scopi della nostra Sala di Comunità come nella ‘mission’ del Festival e degli enti che lo sostengono”.

    Da segnare dunque sul calendario: 6 marzo (martedì) e 6 aprile (venerdì) alle ore 21:15 in via San Martino 19 a Magenta con “I TEATRI DEL SACRO”

    1. La proposta di Teatri del Sacro al CTN è sostenuta da Ariel e dalla Comunità Pastorale Magentina.

     

    CTN STAFF

    Alberto Baroni

    Presidente ARIEL e Direttore CTN Magenta

    CinemateatroNuovo – Sala della Comunità – socio ACEC Milano

    www.teatronuovo.com
    FB CinemateatroNuovo – TW cinemateatronuovo
    via San Martino 19, Magenta
    tel 0297291337

    Articolo precedenteTaccuino elettorale: M5S tutela del risparmio e del patrimonio di aziende e famiglie
    Articolo successivoCrimini contro le donne