Punto di Vista

Tirare la cinghia

A Rattitalia, il nuovo nome della nostra terra, per recuperare il mancato introito IMU il governo guidato dal nepotissimo Enrico Letta (tema della circolarità delle élite che incombe su questa terra dallo sfaldamento del Sacro Romani Impero) s’è deciso di mettere a dieta i ministeri. Ottimo, spendere meno è sempre salutare solo che… che si risparmia sulla manutenzione dei treni, sull’assunzione di nuovo personale alla sicurezza. Poi si vedrà…

Eppure recuperare qualche miliardo è cosa di una facilità immediata. Per esempio: decurtare, tramite decreto legge, gli stipendi di tutti i parlamentari del 70%. Liquidare lo stipendio di un ministro a 5.000 euro il mese. Auto blu (la nuova Panda, blu) per il Presidente, il ministro dell’Interno e della Difesa.

Tutti gli altri con mezzi propri. Liquidare i vitalizi e le pensioni politiche ad un massimo di 2.000 euro. Liquidare tutte le indennità: rimborsi aerei, treni, telefoni, segreterie con corredo di variopinte fanciulle. Liquidare gli stipendi di tutti consiglieri regionali a 1.500 euro il mese, per gli assessori 2.000. liquidare, a zero euro, tutti gli stipendi dei consiglieri provinciali. Liquidare lo stipendio di un direttore generale ospedaliero o ASL (responsabilità nessuna, la responsabilità è sempre della segretaria) al livello di un medico assunto con contratto a termine o interinale. Poi si passa alla burocrazia. Taglio del 70% per tutti i dirigenti statali, regionali, comunali. Liquidare a zero euro tutti i presidenti delle varie municipalizzate. Uscieri e commessi a Camera e Senato con lo stipendio di un bidello, tanto fanno.

Raddoppiare gli stipendi degli insegnanti con il metodo del merito. Come si fa? Semplicissimo. Verifica del programma svolto. (se vogliamo che Rattitalia ritorni ad essere Italia, occorre partire dalle scuole non dal Parlamento ch?è punto d’arrivo) E già che ci siamo, liquidare tutte le pensioni, pubbliche e private, ad una soglia mai superiore ai 5.000 euro. Affittare i beni pubblici cominciando con il centuplicare le concessioni delle spiagge.

Mettere in galera gli evasori fiscali. Che poi dimagriscono gratis quindi gli fa bene al corpo ed alla mente. Poi ci sarebbe un programma binario che prevede la fucilazione per camorristi, ‘ndranghetisti e mafiosi, pedofili e stupratori, autisti privi di patente e, già che ci siamo, revisione del codice civile e penale in un unico articolo: divieto di sosta ergastolo, tutto il resto pena di morte. Ho idea che andremo avanti con i nepotissimi e quindi Viva il circo!

 

 

 

Emanuele Torreggiani

Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi