+Tentato infanticidio a Casarile: fuori pericolo la bambina (di otto mesi…)

240

 

CASARILE Sono migliorate nel corso della giornata di ieri le condizioni della bimba di 8 mesi ricoverata all’ospedale di Bergamo dopo essere stata colpita con ripetuti calci, pugni e schiaffi dal compagno della madre.

L’Asst Papa Giovanni XXIII di Bergamo “informa che la bambina non è ricoverata in terapia intensiva, non è in pericolo di vita e le sue condizioni sono stabili”. Il tentato infanticidio, sul quale sta indagando la Procura di Pavia, è avvenuto nel pomeriggio nel Milanese, nell’ appartamento di un condominio in via Colombo a Casarile (Milano). La bimba era arrivata intubata al Policlino San Matteo di Pavia e di lì trasferita, per la gravità delle sue condizioni, a Bergamo

La bambina  è stata picchiata dal patrigno nella loro casa di Casarile. L’uomo di 28 anni e’ accusato di tentato omicidio. Secondo le indagini dei Carabinieri, il ragazzo mentre si trovava sabato pomeriggio da solo con la piccola l’ha colpita e strattonata piu’ volte. La mamma della bambina, preoccupata per il fatto che non riusciva a contattare il compagno al telefono, ha chiesto a sua madre di andare a controllare nell’appartamento. Una volta in casa, la nonna si e’ precipitata subito nella cameretta dove ha trovato la bambina notando che aveva alcune ecchimosi sul volto e sul torace. Dopo la segnalazione dei medici dell’ospedale del Policlinico San Matteo di Pavia, insospettiti dalla natura dei lividi, il ventottenne e’ stato accompagnato in caserma a Pavia dove domenica e’ stato interrogato dal pm di turno, alla presenza del difensore d’ufficio. L’indagato – stando a quanto riferito dalla Procura di Pavia – ha ammesso di aver percosso la piccola. Sulla piccola i medici hanno riscontrato una frattura del cranio, un’emorragia cerebrale, la frattura dell’omero e del radio.

Articolo precedenteLa Juve batte 3-0 il Bologna e ritrova i 3 punti
Articolo successivoMilano: 800mila persone al villaggio Coldiretti