Telecamere, Magenta partecipa al bando di Regione Lombardia

    106

    MAGENTA –  Un bando Regione Lombardia di oltre 3 milioni di euro per l’installazione di telecamere con finanziamento fino all’80% destinato a quelle amministrazioni locali già impegnate nell’implementazione del proprio sistema di videosorveglianza.

    “Un bando – spiega il vice Sindaco e Assessore alla Sicurezza Simone Gelli – che sembrava essere tagliato apposta per noi che su questa partita stiamo già spendendo oltre 40 mila euro. Pertanto, abbiamo messo subito al lavoro gli uffici e grazie al progetto particolarmente completo e particolareggiato, stilato dalla Comandante Monica Porta, ci siamo presentati in tempo utile per prender parte al bando di Palazzo Lombardia”.

     

    Il Vice Sindaco fa così il punto sulla partita telecamere e portali da collocare agli ingressi o, comunque, in concomitanza delle vie strategiche della città. “Con l’attuale stanziamento – osserva Gelli – arriveremo a 8 nuove telecamere e 2 portali che saranno sistemati in corrispondenza della via Milano e della frazione di Pontenuovo, ovvero, le due direttrici di traffico principali: quella verso est e quella verso ovest”. “E’ chiaro che se il bando andasse a buon fine potremmo avere altre telecamere, senza contare che nel progetto Revamping per l’illuminazione a Led sono previsti già altri due portali che verosimilmente, andremo a sistemare uno in zona sud e l’altro in via Espinasse”.

    Il Vice sindaco chiosa ricordando le molteplici e preziose funzioni del portale: “Oltre a controllare tutte le targhe delle auto in ingresso e in uscita, con il collegamento ad un alert in caso di targa sospetta che viene poi comunicato ai diversi Comandi della zona, il portale è fondamentale per studiare i flussi di traffico e verificare il rispetto o meno della normativa del Codice della Strada. Pertanto, uno strumento versatile e dalle molteplici funzioni, al passo con le esigenze più moderne a cui un Comando di Polizia locale deve rispondere”. 

    Fabrizio Valenti

    Articolo precedenteMagenta/via Novara, un residente: ‘Bene i lavori, ma restano parecchie buche’
    Articolo successivoTavolo per la competitività, Calati: ‘Un’occasione per Magenta’