Tavolo per la competitività, Calati: ‘Un’occasione per Magenta’

    91
    Out

    MAGENTA – “Il tavolo per la competitività che la nostra Amministrazione ha deliberato in Consiglio comunale la scorsa settimana è una occasione importante per la città. Abbiamo scelto il metodo inclusivo e cioè quello di confrontarci con tutte le realtà, i soggetti intermedi che potranno portare un valore aggiunto per il rilancio economico del nostro territorio ma anche in termini di attrazione turistica“.

    Così il sindaco Chiara Calati ieri a margine della conferenza in materia di sicurezza.  “Intendiamo coinvolgere tutti gli enti intermedi – ha ripetuto il Sindaco – così da dar voce e corpo alla crescita di Magenta. Una strada da seguire e che vorremmo portare avanti è quella della valorizzazione dei grandi eventi milanesi anche nel Magentino, facendo in modo che la nostra zona diventi parte di una cintura unica. Troppe volte, infatti, in passato, questo  territorio non è stato in grado di cogliere il volano che avrebbe potuto giungere dalla metropoli“.

    Naturalmente, il primo cittadino ha posto l’accento anche sulla questione occupazionale. Anche alla luce delle ultime notizie, affatto confortanti, riguardanti STF: “Ci sono ferite sanguinanti nella nostra città e il tavolo ha tra i suoi obiettivi anche quello di rilanciare il tessuto economico e relazionale.  Intendiamo individuare soluzioni per dare nuova speranza ai lavoratori. E’ davvero un peccato allora che il PD consideri questo nostro sforzo come una perdita di tempo. Significa – affonda il colpo la Calati – che il PD pur avendo perso continua a ragionare con la logica di quelli che ‘sono arroccati’ dentro al palazzo“.

    Il Sindaco in chiosa ha ricordato anche il progetto Led per il risparmio energetico  varato nell’ultima seduta di Consiglio. “Il progetto aveva subito un brusco rallentamento, adesso abbiamo sciolto la convenzione di ‘mutuo aiuto’ con Abbiategrasso, e siamo passati alla stazione unica appaltante della Provincia di Varese che è decisamente più attrezzata per appalti di un certo importo, come questo, pari a 12 milioni di euro“.

    L’operazione per il revamping, secondo l’auspicio del primo cittadino, dovrebbe essere realizzata entro metà del 2019.  Nel gara è prevista l’installazione di altri due portali (per il controllo delle targhe in ingresso e in uscita dalla città) che andranno a rinfoltire il pacchetto sicurezza portato avanti dall’assessore Gelli. 

    F.V.

    .

    Articolo precedenteTelecamere, Magenta partecipa al bando di Regione Lombardia
    Articolo successivoFatturazione elettronica obbligatoria: incontro in Confcommercio