NewsPolitica

TASI: esentata la prima casa. Caso più unico che raro in una realtà dove le amministrazione sono alla ricerca spamodica di fondi

TURBIGO – imagesUna delle vulgate che circolavano nel ‘Turbigusto’ di sabato 12 luglio – dove il paese si è spaparanzato lungo le vie Allea/Roma – era che la minoranza consigliare non si è presentata all’ultimo Consiglio Comunale perché faceva fatica a votare contro un bilancio che diminuiva le tasse in quanto prevedeva l’esenzione sulla prima casa (compresi fabbricati rurali e terreni agricoli) della TASI, la nuova tassa che colpisce i servizi in comune (illuminazione pubblica e manutenzione delle strade) e la cui prima rata – secondo un’aliquota dell’uno per mille, il minimo possibile – si pagherà il 16 ottobre sulle seconde case (seguirà l’acconto a giugno e il saldo a dicembre). Diminuzione in vista, in alcuni casi, anche per la TARI (ex tassa rifiuti) che si continuerò a pagare in tre rate a luglio-novembre.febbraio; mentre per l’IMU (i cui pagamenti sulla seconda casa avvengono a giugno e a dicembre) è stata introdotta un’agevolazione per quanto riguarda i comodati d’uso gratuito: i figli che vivono in case messe a disposizione dai genitori non dovranno più andare dal notaio a certificare la situazione, ma basterà un’auto dichiarazione che attesti il rapporto di parentela. Un ambiente favorevole quello creato dalla lista Christian Garavaglia sindaco (centrodestra) che ha gestito il bilancio in maniera tale da diminuire le tasse locali guadagnando in maniera concreta il consenso da parte dei turbighesi.

Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi