Superstrada Malpensa, salta il Cipe di oggi (ma il via libera è vicino)

    50

     

     

    ROMA – Entro la giornata di oggi sarebbe arrivata una notizia di portata storica per l’est Ticino, ossia il definitivo via libera al progetto della superstrada Vigevano-Bià-Magenta-Malpensa.

    La seduta indetta da giorni del Cipe, fissata per oggi, è infatti stata sospesa nella serata di ieri, per ragioni di comprensibile galateo istituzionale: con le elezioni alle porte, è ovvio che il Governo (ancora pienamente in carica, peraltro) abbia preferito slittare di qualche settimana.

    Oggi avrebbe dovuto essere esaminato il piano della superstrada con contestuale stanziamento delle risorse,  a quel punto sarebbe bastata l’indizione dell’appalto di gara e il via ai lavori.

    Adesso, cosa non da poco, bisogna capire se il progetto della strada di Malpensa sarà reinserito nel prossimo Cipe, previsto verosimilmente nel mese di marzo.

    Una domanda tutt’altro che da poco, dal momento che dal via libera o meno dipende il destino di un’opera attesa da decenni.

    Il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE) è un organo collegiale del Governo presieduto dal Presidente del Consiglio dei Ministri e composto dai Ministri con rilevanti competenze in materia di crescita economica (Composizione del CIPE).

    Istituito nell’anno 1967, il CIPE è un organo di decisione politica in ambito economico e finanziario che svolge funzioni di coordinamento in materia di programmazione della politica economica da perseguire a livello nazionale, comunitario ed internazionale; esamina la situazione socio-economica generale ai fini dell’adozione di provvedimenti congiunturali; individua gli indirizzi e le azioni necessarie per il conseguimento degli obiettivi di politica economica; alloca le risorse finanziarie a programmi e progetti di sviluppo; approva le principali iniziative di investimento pubblico del Paese.

    Il Comitato si riunisce in sedute con cadenza periodica, ordinariamente precedute da riunioni preparatorie (note come “pre CIPE”). Le delibere relative alle decisioni assunte dal CIPE sono inviate alla Corte dei Conti per la registrazione e successivamente pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale.

    Articolo precedenteAbbiategrasso, 400mila euro per la sicurezza nelle scuole
    Articolo successivoVenerdì 23 speciale elezioni su Ticino Notizie TG: Del Gobbo, Rescaldina, Scurati e Razzano