Superstrada, De Rosa e Verni dal viceministro Cancellieri: ‘Mettiamoci attorno a un tavolo’. Dopo 40 anni, i tavoli si sono rotti

    19

     

    ROMA –  “Faccio appello ai sindaci, ora è necessario fare fronte comune per valutare, anche con assemblee pubbliche che coinvolgano direttamente i cittadini, progetti di mobilità realmente utili e condivisi. Le infrastrutture devono rispondere ai reali bisogni dei cittadini e passare al vaglio di analisi costi-benefici.

    Robecco, Abbiategrasso, Cassinetta necessitano di interventi per alleggerire il traffico in transito non di infrastrutture faraoniche che riempiono le tasche ai politici e ai loro amici, devastando imprese, paesaggio e il territorio”, così Massimo De Rosa, consigliere regionale del M5S Lombardia, dopo la bocciatura del TAR  della contestata Vigevano-Malpensa, che ieri era a Roma, insieme al Consigliere regionale Simone Verni, a discutere del tema con il Viceministro delle infrastrutture e dei trasporti nel governo Conte II Giancarlo Cancelleri.

    “La superstrada, per problemi tecnici, non ha superato il vaglio del Tribunale amministrativo ma ci sono infinite altre possibilità. Tra quelle più interessanti su cui puntare c’è il trasporto pubblico con i progetti di raddoppio della linea ferroviaria Milano-Mortara e il prolungamento della S9 fino ad Abbiategrasso.

    Nell’immediato va riqualificata la rete viaria esistente, e penso soprattutto alla Sp114 e alla Sp494.

    Il Pavese ha bisogno di più collegamenti con Milano e non con Malpensa. Servono proposte condivise con le realtà locali, enti Parco e CMM e immediatamente cantierabili. Al di là delle posizioni politiche il M5S c’è, aspettiamo di vedere se agli altri attori politici in campo interessa la contrapposizione ideologica o dare risposte ai cittadini. Mi auguro prevalga il buon senso “, conclude De Rosa.

     

    Come sempre pubblichiamo integralmente la nota del Movimento 5 Stelle sul tema superstrada. Che si invochi nuovamente la concertazione, dopo 40 anni di rinvii e di NON soluzione dei problemi, pensiamo che De Rosa farebbe bene a recarsi qualche mattina ad Abbiategrasso, Robecco e Magenta, chiedendo alle persone in coda cosa pensano della sua proposta. Noi abbiamo un’idea, su quale potrebbe essere la risposta…

    F.P.

    Articolo precedentePane e Nutella arriva da McDonald’s: è subito successo
    Articolo successivoLadri al Destriero di Vittuone: rubano smartphone e tablet all’Unieuro